EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Vettori Usa: open sky da rivedere con gli Emirati

09/02/2015 14:00
Obiettivo limitare l'avanzata delle compagnie del Golfo. American Airlines, Delta Air Lines e United Airlines fanno pressione sull'amministrazione Obama. E i politici sembrano intenzionati a portare la questione in Senato e alla Camera. E magari a coinvolgere l'Europa nella partita
La concorrenza dei vettori del Golfo fa paura. A tutti. Nel Vecchio come nel Nuovo Continente.
La stampa francese riferisce che alcuni vettori statunitensi si sono mossi, unendo le forze, per far pressione sull'amministrazione Obama al fine di arrivare ad una revisione degli accordi di open sky siglati qualche anno fa. Protagoniste di questa iniziativa sarebbero American Airlines, Delta Air Lines e United Airlines. Incontrando Anthony Foxx, segretario ai Trasporti, e Penny Pritzker, segretario al Commercio, i vettori hanno presentato un dossier in cui hanno rimarcato tematiche già note. in sostanza che 'Etihad e Qatar sono finanziate dai governi dei lori rispettivi Stati, così come Oman e Gulfair'; Emirates non viene messa nel medesimo 'calderone', anche se 'vi sono sospetti sulla sua reale capacità di autofinanziamento'.
In breve, le compagnie considerano che sia giunto il momento di rivedere gli accordi sui cieli aperti privilegiando i vettori americani sul territorio americano. L'accordo stabilito nel 1999 tra Emirati Arabi ed Usa avrebbe 'deviato dal suo fine iniziale', affermano le compagnie, che reclamano l'istituzione di quote per salvaguardare la propria attività.
I politici americani sembrano intenzionati a portare la questione in Senato e alla Camera. E magari a coinvolgere l'Europa nella partita.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte