EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Federturismo-Federculture: cultura risorsa per l'Italia

17/06/2015 15:28
Il segmento vale più del 36% dell'intero comparto turistico nazionale, ma non dappertutto c'è un ritorno economico
Sfruttare la vocazione culturale e attrattiva del territorio italiano per assicurare vantaggio competitivo, anche a livello internazionale, e opportunità di sviluppo sostenibile. Di questo si discute oggi a "Cultura e Turismo, strategie di crescita", incontro promosso da Federculture e Federturismo a Sorrento. Patrimonio artistico e naturale, storia, paesaggio, tradizioni locali, produzioni tipiche, industrie culturali e creative: tutti fattori che si mescolano nel creare occasioni effettive per i nostri territori.

Un dibattito che prende le mosse dalla recente firma di un protocollo d'intesa tra Federculture e Federturismo Confindustria, con il principale obiettivo di avviare azioni congiunte per la valorizzazione culturale e territoriale integrata attraverso il coinvolgimento degli attori locali. Allo stato attuale la cultura rappresenta una fetta superiore al 36% dell'intero mercato turistico italiano: un'attrattività che però non è valorizzata in modo uniforme lungo tutto lo Stivale, come dimostra il Mezzogiorno (25% del patrimonio storico-artistico nazionale e meno turisti rispetto alla Toscana).

"Le prospettive di crescita del turismo italiano sono strettamente connesse alla salvaguardia e alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del nostro Paese - dichiara Renzo Iorio, presidente di Federturismo Confindustria -. La qualità di racconto prima e l'assicurare poi ricchezza e senso nella fruizione da parte del turista come del cittadino residente sono le chiavi per costruire una prospettiva di sviluppo competitiva nel lungo periodo sul mercato globale. La firma del protocollo tra Federturismo e Federculture e la realizzazione dell'evento di oggi vogliono facilitare questo percorso e stimolare le imprese in questa direzione. Un modello virtuoso, diffuso e sostenibile, ancorato su cultura e paesaggio che possa rappresentare una concreta alternativa per territori e intelligenze".

"La cultura può creare ricchezza senza perdere l'anima - sottolinea Roberto Grossi, presidente di Federculture -. Ma la cultura nel nostro Paese non può appartenere solo al passato: deve invece essere viva oggi nei territori e stimolare nuova produzione artistica e culturale, innalzando da una parte la qualità della vita dei cittadini e dall'altra promuovendo l'attrattività e la crescita economica. Per questo occorrono impegno e strategie di lungo periodo, a partire dalla formazione, che creino opportunità, soprattutto per i giovani e nel Meridione, e un contesto favorevole all'innovazione e alla creatività per mantenere vitale, rinnovandola la nostra tradizione. La collaborazione avviata tra Federculture e Federturismo vuole fornire un contributo importante al rafforzamento delle politiche culturali e turistiche e liberare le risorse migliori per una rinnovata crescita diffusa nel Paese".

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us