EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Partnership industriale tra Italica Intour-We Mondo e Travelbuy

12/10/2015 16:28
Le reti si presenteranno al mercato con un fronte comune, costituito da oltre 120 adv geodistribuite in tutta Italia. L'operazione ha una duplice valenza, commerciale e tecnologica
Torniamo a parlare di network e di operazioni tra le parti sul fronte della distribuzione organizzata. Questa volta la notizia è che è stato concluso "l’accordo di partnership industriale tra Italica Intour-We Mondo e Travelbuy che si presenteranno al mercato con un fronte comune, costituito da oltre 120 agenzie di viaggi geodistribuite in tutta Italia". E’ quanto si apprende da una nota.

I due fronti dell’accordo
Secondo quanto riferito dai rispettivi management "l’accordo verte su due fronti. Il primo è quello commerciale, che ha visto l’integrazione dei rispettivi reparti in un’unica realtà, guidata da Sergio Facco, già direttore commerciale di Italica InTour-Wemondo. Il secondo è quello tecnologico che poggia sull’utilizzo e ulteriore sviluppo di iGTS, il booking engine creato da Travelbuy e utilizzato ad oggi da oltre 400 agenzie di viaggi".
“Abbiamo messo assieme le nostre rispettive eccellenze - commenta Alfredo Vassalluzzo, proprietario di Travelbuy -, creando una realtà tecnologica e commerciale fondata su valori ampiamente radicati nei due network. Da un lato la consolidata esperienza commerciale del nostro partner, dall’altro la nostra tecnologia che offre oggi al mercato agenziale oltre 500.000 strutture alberghiere di 20 supplier mondiali, autonoleggio, transfer, voli e altre attività in una piattaforma user friendly e dalla immediata redditività”.
“Siamo contenti di questa partnership”, ha affermato Roberto Tedesco, a.d. e d.g. di Italica Turismo SpA, di cui Italica InTour-We Mondo è la controllata nel retail turistico, “per la sua valenza di rete d’impresa, capace di mettere a fattor comune i rispettivi know-how per qualificare e accelerare i piani di sviluppo”.
Pare non essere tutto. Infatti, sempre dalla nota si apprende che "questa apertura strategica a chi nel mercato opera in queste direzioni non sarà di certo l’unica, ma vedrà altre partnership consolidarsi nei prossimi mesi".



 

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us