EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Patanè, Confturismo: "La ripresa arriverà in estate"

10/12/2015 17:25
"Assisteremo ad una crescita dell’incoming verso l’Italia, sia per gli effetti del post Expo sia per il Giubileo”, spiega il presidente
Gli attentati di Parigi hanno provocato dei cali di arrivi sugli aeroporti italiani, ma dall’estate prossima ci sarà la ripresa. Ne è convinto Luca Patanè, presidente di Confturismo/Confcommercio. “Un crollo delle prenotazioni dei voli dall’estero diretti su tutti gli aeroporti italiani nell’immediato della triste data del 13 novembre, dopo gli attentati di Parigi, c’è stato, dati Amadeus alla mano, direi quantificabile intorno ad un - 30% di passeggeri - spiega il presidente -, ma già dopo una settimana inizia il trend di ripresa con solo un calo del 10%. Oggi abbiamo segnali da più parti che ci dicono che dall’estate prossima assisteremo ad una crescita dell’incoming verso l’Italia, sia per gli effetti del post Expo sia per il Giubileo”.

Patanè è confortato dai dati dell’Osservatorio che Confturismo realizza ogni mese con l’Istituto Piepoli, che registra a novembre una piccola ripresa del numero medio di notti dei viaggi degli italiani (quasi 4 notti): “Le vacanze degli italiani – spiega - si allungano, seppur in maniera limitata, e le destinazioni preferite rimangono quelle “casalinghe”, considerando che il 76% preferisce per il prossimo trimestre trascorrere le proprie vacanze in Italia, soprattutto in Trentino Alto Adige, in Toscana e in Lombardia. In Europa la Spagna rimane in posizione di leadership, davanti al Regno Unito e alla Francia. Per quanto riguarda le destinazioni extra-europee, i Caraibi sono la destinazione preferita dagli italiani davanti agli Stati Uniti”.

“Molto si può fare per dare impulso al turismo, anche atti concreti che magari non fanno notizia sui giornali nazionali, ma che aiutano veramente le nostre imprese. Un plauso personale alla decisione di Alitalia di sostenere, verso Iata, il mantenimento del pagamento del Bsp a 30gg contro proposte penalizzanti che volevano ridurre e di molto questi tempi penalizzando le magre casse delle adv".
Il numero uno di Confturismo si aspetta "una continua e concreta collaborazione tra filiera produttiva e distributiva del turismo italiano, sia in incoming che in outgoing, e fornitori di servizi finali".

 

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte