EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Fiandre, più cultura per superare l’annus horribilis

23/11/2016 10:54
Giovanna Sainaghi: “Fare promozione turistica oggi vuol dire dover fronteggiare emergenze che esulano dal nostro campo d’azione”

Anno complicato per le Fiandre che nei primi 6 mesi ha registrato un calo dei pernottamenti dal mercato italiano che si attesta al 5,7%. Diminuzione che, vista alla luce dei dati della regione Bruxelles Capitale (-37,9%), appare decisamente più contenuto. Per entrambe le aree gli attentati terroristici della capitale hanno segnato l’andamento, che a luglio e agosto ha evidenziato un trend ancora più negativo rispetto al primo semestre. Il quadro generale dei mercati esteri ha mostrato una flessione del 14% dei pernottamenti sia nelle Fiandre sia a Bruxelles.

“Il nostro obiettivo non cambia. Consapevoli che fare promozione turistica oggi vuol dire dover fronteggiare emergenze che esulano dal nostro campo d’azione, continuiamo a lavorare per fornire ai viaggiatori italiani nuove motivazioni di visita, a partire da quelle culturali – spiega la direttrice Giovanna Sainaghi-. In questo contesto si inserisce il progetto appena lanciato ‘Antwerp Baroque, signed by Rubens 2018’, preludio del triennio 2018 – 2020 dedicato ai Maestri Fiamminghi”. L’ente del turismo delle Fiandre rivedrà alcuni aspetti della strategia di promozione, andando a puntare su target culturali e di repeater, come spiega nella video intervista la direttrice.

Sul fronte b2b l’ente collabora con Albatravel, “primo operatore sulla destinazione”, ha spiegato Sainaghi durante l'ultima tavola rotonda di Martediturismo, mentre per la promozione b2c è recente la campagna con eDreams su Bruges. p.ba.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us