EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alitalia tornerà alle Maldive e investirà sul long haul, parola di Luigi Gubitosi

20/04/2017 15:25
In un'intervista a Il Messaggero il presidente designato commenta gli scenari possibili del referendum e punta sullo sviluppo

Accelerare con l’apertura di nuove rotte long haul e nuovi aerei. Ma anche tagliare i costi in maniera “incisiva e rapida", in particolare i leasing. Ma secondo il manager si può investire molto sullo sviluppo dove il piano è, "a mio giudizio, troppo timido”. A parlare e dare la sua ricetta per il futuro di Alitalia è il presidente designato, Luigi Gubitosi, in una intervista pubblicata oggi da Il Messaggero. Con tanto di anticipazioni. “Posso dire che Alitalia tornerà alle Maldive, con un volo di linea tre volte a settimana – annuncia Gubitosi alla testata romana -. Ma rafforzeremo tutte le rotte internazionali che ci stanno dando soddisfazioni, in particolare nelle Americhe". Allo studio anche l’Africa del Sud e l’Asia con l'India. Nell’ambito dell’arricchimento della flotta, determinante sarà il rapporto con Etihad. Nel dettaglio, sottolinea il manager, ad Alitalia servono B777 e A330.

Intanto, I riflettori sono puntati sul referendum in corso, che terminerà il 24 aprile. “Spero che prevalga il senso di responsabilità e si dia a questa azienda un’altra occasione", confida Gubitosi al Messaggero.
Quali saranno gli scenari del sì e del no? Se vincerà l’accordo, ci sarà un aumento di capitale di circa 2 miliardi, “di cui oltre 900 di nuova finanza per far ripartire la compagnia”.
Viceversa, con la vittoria del no si aprirebbe il cammino di accompagnamento verso la liquidazione. Ma “Alitalia fa parte della storia del Paese e mi piacerebbe contribuire a rilanciarla”, commenta il manager nella lunga intervista rilasciata al Messaggero.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte