EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Ecco Turisberg by Nicolini Viaggi

12/07/2017 15:30
Investimenti sul web, viaggi in bus, programmi tra la Spagna per tutti e la movida per i Millennial

Acquisito il marchio Turisberg, Nicolini Viaggi vuole rafforzarsi sulla Spagna, destinazione che intende sviluppare nella stagionalità e nei target. “Stiamo valutando il potenziale di sviluppo della destinazione, vogliamo rilanciare il brand, lavorare in maniera più innovativa attraverso il web con la distribuzione – spiega la direttrice prodotto, Cristina Nicolini -. A Lloret de Mar, la meta principale servita settimanalmente dai nostri servizi di trasporto, offriamo assistenza e un info point. Abbiamo ristampato anche il catalogo cartaceo e riorganizzato la rete commerciale”.

L’operatore bresciano, parte di un gruppo nato negli anni Sessanta che comprende l’attività di bus con 25 mezzi in flotta e agenzie di viaggi, si è dotato di una piattaforma online b2b (sviluppata da Siap. ndr) che permette ora alle agenzie di consultare la disponibilità per conferme immediate su 30mila hotel nelle tre destinazioni attualmente operate: Croazia, Puglia e, appunto, la Spagna. Sul sito Turisbergto.it le adv possono prenotare anche solo un servizio (per ora hotel e/o trasporto in pullman).

Pag e Gallipoli, destinazioni nightlife per Millennial

Tra i prodotti anche i pacchetti per la movida a Pag (Croazia) e Gallipoli, tendenza emergente tra i Millennial. “Abbiamo iniziato lo scorso anno con successo e per questa stagione abbiamo 6 partenze programmate, dal Nord Italia lungo l’asse dell’A4 (autostrada) fino all’isola di Pag che è una meta molto ambita tra i giovani e ritrovo di Dj internazionali per memorabili eventi sulla spiaggia”, osserva Nicolini. Feste, locali, nightlife cui si dà l’ingresso con una tessera venduta dal t.o. più sistemazione in appartamenti economici e pullman sono gli ingredienti di un prodotto che vede i ventenni il target più interessato. Con l’estate 2017 si prova a replicare con Gallipoli dove il trend sembra prendere piede, ma con il difetto della poca regolamentazione per i biglietti d’ingresso nei locali dove suonano le star della musica da discoteca. p.ba.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us