EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Serbia, +10% dal mercato italiano

16/10/2017 17:24
La media di pernottamento di 2,3 notti, conferma la tendenza ai city break

Da gennaio ad agosto gli italiani in Serbia sono aumentati del 10% a fronte di una media nazionale del +7%, con una preferenza per i city break. Lo conferma l'Ente del turismo, dati alla mano. “La media dei pernottamenti è di 2,3 notti. La Serbia si conferma destinazione dove viaggiare tutto l'anno, non solo per visitare Belgrado e Novi Sad, ma per le crociere lungo il Danubio o uno stop over nell'ex Jugoslavia. Gli italiani in Serbia da gennaio ad agosto sono stati 34.606 e i pernottamenti 80.860 con un aumento del 10% sia per gli arrivi che per i pernottamenti” illustra Pietro Martinetti, ufficio stampa per l'Ente.

L'Italia è collegata alla Serbia con Air Serbia e Alitalia che hanno frequenze quotidiane da Roma e Milano, mentre Venezia è collegata 3 volte a settimana con Belgrado da Air Serbia da un volo che da stagionale verrà mantenuto nella stagione invernale. “Un viaggio in Serbia – ha commentato Pietro Martinetti – consente la scoperta non solo della storia del paese e della sua cultura, ma anche della natura che i Balcani sono in grado di offrire. Quest'anno, il focus della Serbia sarà il Danubio”. Emerso che l'Italia dal 2013 è il primo partner commerciale e dal 2015 secondo fornitore e primo acquirente. a.to.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte