EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Axa, al via lo "smart working"

21/11/2017 10:17
L’azienda di assicurazioni porta il suo progetto di lavoro intelligente nella sua rinnovata sede romana

Una sede romana rinnovata e i primi risultati della nuova formula "smart working" in Axa Italia. “E’ un progetto per tutti noi, accolto positivamente dai dipendenti e dai manager, una policy basata sulla flessibilità, dove al centro sono le persone, i team, indipendentemente dal ruolo di ciascuno”, ha dichiarato Patrick Cohen, ceo di Axa Italia.

Il 70% dei dipendenti di Axa ha aderito al nuovo programma smart working, che supera la logica della presenza fisica al lavoro e l’obbligo di timbrare il cartellino a favore di un programma orientato sul risultato. “Un modello basato sull’agilità, la semplificazione e il benessere per generare performance”, ha proseguito il ceo. Un progetto già sperimentato in altri dei 64 Paesi nei quali l’azienda è presente nel mondo, che approda ora nella sede romana di Axa.

“L’edificio è frutto di una ristrutturazione da 10 milioni di euro dove ci sono 7 scrivanie ogni 10 dipendenti e spazi per riflettere, isolarsi, parlare, rilassarsi”, spiega Maurizio Di Fonzo, direttore risorse umane. All’ingresso in sede ogni dipendente ha un armadietto disponibile dove mettere tutto l’occorrente per lavorare, per lasciare la scrivania libera ogni sera e, volendo, lavorare da casa il giorno dopo. “E’ un investimento forte su Roma dove vogliamo portare innovazione, imprenditorialità e benessere”.

Per i  dipendenti sono attivi anche i corsi di formazione con Coursera, una delle più prestigiose università del mondo, e c’è il fiore all’occhiello del dipartimento “Innovation Hub”, una start up interna per realizzare progetti imprenditoriali innovativi atti a migliorare la vita delle persone. Axa, con quasi 100 miliardi di euro di giro d’affari a livello globale e con 4,5 milioni di clienti in Italia, ha il 94% dei dipendenti in Italia che potranno adottare lo smart working. Attualmente, tra coloro che lo hanno adottato dal 2016 in Italia,  il 97%, si ritiene soddisfatto e ha incrementato la produttività nel 76% dei casi. 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte