EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Medjugorje: il culto autorizzato ufficialmente

12/12/2017 09:33
Tutte le diocesi e istituzioni del mondo potranno organizzare pellegrinaggi verso la città della Bosnia-Erzegovina. L'annuncio è stato dato da monsignor Henryk Hoser, inviato da Papa Francesco

Il momento è di quelli storici, gli addetti ai lavori sanno bene cosa potrà comportare un simile traguardo. Il culto di Medjugorje è autorizzato ufficialmente, ora tutte le diocesi e istituzioni del mondo potranno organizzare pellegrinaggi verso la città della Bosnia-Erzegovina dove dal 1981 la Madonna appare ai sei veggenti. La notizia è stata riportata da più fonti di stampa, tra cui il Giornale.it. L'annuncio è stato dato da monsignor Henryk Hoser, arcivescovo emerito di Varsavia-Praga, che è stato inviato da Papa Francesco a Medjugorje per "acquisire più approfondite conoscenze della situazione pastorale e sulle esigenze dei fedeli che arrivano, proponendo migliorie".

Hoser ha rivelato la notizia ed ha precisato che "il decreto della precedente Conferenza Episcopale della Jugoslavia di un tempo, che prima della guerra dei Balcani sconsigliava che i vescovi organizzassero pellegrinaggi a Medjugorie, non è più in atto". Come si sa, fino a oggi esisteva il divieto per parroci, vescovi o cardinali, di guidare pellegrinaggi al Podbrdo, il luogo dove sono avvenute le prime apparizioni. Anche se parrocchie e diocesi hanno comunque organizzato pellegrinaggi a Medjugorje, seppur non fossero autorizzati dalla Chiesa, visto che quest'ultima non ha mai riconosciuto ufficialmente le apparizioni mariane. Sebbene i singoli avessero la libertà di recarsi sul posto, nessuno poteva dire che fosse un pellegrinaggio ufficiale come quelli che avvengono a Lourdes o a Fatima. Ora a fugare ogni dubbio è l'inviato del Papa: “Da oggi, le diocesi e altre istituzioni possono organizzare pellegrinaggi ufficiali. Non ci sono più problemi. Il culto di Medjugorje è autorizzato. Non è proibito e non deve svolgersi di soppiatto. La mia missione consiste precisamente nell’analizzare la situazione pastorale e nel proporre delle migliorie”.

Sarà Papa Francesco che dovrà dire l'ultima parola sulla cittadina bosniaca, ma attenzione ciò non vuol dire che ci potrà essere un pronunciamento finale sulle apparizioni, poichè sono ancora in corso. Ciò che potrebbe giungere è un ulteriore "ok" papale al riconoscimento del luogo di culto. La Commissione d'inchiesta sulle apparizioni, guidata dal cardinale Ruini, avrebbe dato parere positivo. Le apparizioni? "Questa decisione dovrà esser presa dal Papa. Il dossier si trova ora negli uffici della Segreteria di Stato. Credo che a breve la decisione finale sarà presa", ha detto l'inviato papale.

La notizia potrà dare un impulso ulteriore ai pellegrinaggi a Medjugorje? Probabilmente sì, ci riserviamo di lasciare la parola agli addetti ai lavori del turismo religioso per una analisi dei prossimi scenari.

Intanto il pensiero non può che correre a Eliseo Rusconi, scomparso qualche mese fa, pioniere, che ha aperto la strada verso Medjugorje, facendola conoscere al mercato italiano e portandola in agenzia. 

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte