EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Nell’Oltremare francese migliora il livello alberghiero

28/12/2017 15:26
Gli eventi e i festival da seguire per “staccare la spina”

Voglia di staccare la spina. E’ questa la motivazione principale che spinge i turisti a visitare l’Oltremare francese. “Più che la ricerca di novità – sostiene Frédéric Meyer, direttore per Italia e Grecia di Atout France – è questa la molla che fa propendere per questo tipo di vacanza, alla ricerca di un benessere di vario livello, soprattutto climatico. Tutte le destinazioni francesi d’Oltremare offrono ai clienti numerosi spunti per visitarle in vario modo,  dalle spiagge, alle vacanze attive, alla cultura creola, alla natura… Certo è che in queste isole non si va solo per stare in spiaggia”.

Le novità in termini di servizi ricettivi non mancano comunque. “Effettivamente registriamo un miglioramento delle strutture alberghiere in queste destinazioni; alcune di queste hanno migliorato la categoria. Nelle isole di Guadalupa – ricorda il direttore - è stato aperto lo scorso marzo il primo museo delle Belle Arti di Guadalupa, un panorama della pittura dal XVI secolo ai nostri giorni che privilegia però i pittori dell’isola; Le jardin de la Rencontre, un nuovo spazio di piante medicinali e fabbricazione di oli essenziali e l’Ecole de la mer, un prodotto legato alle uscite in barca alla scoperta e conoscenza dell’ecosistema marino”.

Anche in Martinica ci sono nuove occasioni di scoperta: Acqua Xs è un’escursione sulla costa Nord dell’isola alla scoperta della baia Robert, i suoi isolotti e il suo ecosistema. Da segnalare anche escursioni  gastronomiche in minivan. A Tahiti e nelle sue isole è interessante, invece, la possibilità di soggiornare in guest house autentiche, curate ed economiche. La Nuova Caledonia, ossia l’arcipelago del Sud del Pacifico, terra d’oltremare francese, è invece pronta a festeggiare, nel 2018, la sua laguna, la più grande del mondo (24.000 km²), dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Infine a Réunion, dove i vulcani la fanno da padrone, così come gli sport outdoor, è interessante assistere a Le Grand Raid, una corsa famosa che raggruppa sportivi appassionati nel mese di ottobre, e Le Leu Tempo Festival, il più antico dei festival dedicato alle arti viventi.

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte