EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Patanè, Uvet: "Il giro d'affari dei tour operator crescerà"

17/01/2018 14:12
Dalle priorità per l'esercizio finanziario in corso all'analisi dei fattori di successo per i player del turismo; il gruppo aperto a sviluppare l'incoming da Cina, Usa e Medio Oriente

La prima sfida del 2018 è sicuramente il rilancio di Blue Panorama Airlines”. Esordisce così Luca Patanè, presidente del Gruppo Uvet, commentando le priorità d’azione per l’esercizio finanziario in corso. “Così come un anno fa ho creduto fortemente in Settemari, cresciuta nel frattempo del 10%, l’ambizione ora – aggiunge l’imprenditore - è quella di migliorare il gruppo attraverso anche questa nuova e importante acquisizione, magari sfruttando possibili nuove sinergie con la Cina. E il recente accordo per i primi voli della compagnia verso e dalla Cina va in questa direzione”.

Il gruppo conta di focalizzarsi sul business incoming e le potenzialità della Cina in questo senso sono importanti, ma non le sole. “Siamo aperti a sviluppare questo segmento anche per gli Usa e il Medio Oriente – avverte -. Ovviamente staremo molto attenti alle potenziali occasioni che si presenteranno sul mercato”.

Sui fattori di successo per i prossimi anni non ha dubbi: “Sono i costanti investimenti in tecnologie digitali e in innovazione – dichiara -, fattori che da sempre ritengo fondamentali per proseguire un percorso di crescita e di sviluppo, oltre che un’importante fonte di ricavi per gruppi come il nostro. Un altro elemento è la formazione, per avere sempre a disposizione professionalità elevate capaci di affrontare le nuove sfide e affermare i nuovi prodotti e servizi”.

Sul trend futuro del settore tour operating, Patanè commenta: “Dopo anni nei quali diversi operatori non hanno retto alla crisi sparendo dal mercato e dopo le più recenti aggregazioni che hanno ridotto ulteriormente il numero di player, ma anche rafforzato gli interpreti rimasti in gioco, chi è rimasto ne ha anche approfittato per cambiare modello di business come successo a noi con l’acquisto di Settemari. Ora il trend è molto positivo e prevedo che il giro d’affari del tour operating italiano crescerà nei prossimi anni”. l.d.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us