EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Trekksoft: l'82% delle prenotazioni di tour e attività dal sito o da app

16/02/2018 14:12
Tra i focus “lavorare con le reti di operatori locali di autisti e affittacamere, diventare parte della community delle Airbnb Experiences, tenersi aggiornati sui movimenti dei maggiori player del mercato come Airbnb e Uber”

I migliori brand del travel pongono le esperienze e la gioia che ne traiamo al centro delle loro strategie di marketing. Si tratta soprattutto di organizzazioni di gestione della destinazione turistica (Dmo), il 56% delle quali considera le esperienze una "parte vitale" del loro marketing di destinazione, secondo quanto individuato dal Travel Trend Report 2018, che hanno commentato ieri sera Alona Mittiga, senior marketing manager Italy e Tommaso Peduzzi, country manager Italy di Trekksoft. Solo un 7% considera le esperienze "non troppo importanti". Ad esempio rigenerarsi nella natura, fare esperienze uniche che non si potrebbero fare in nessun altro posto al mondo, i walking tour in una capitale della cultura, i viaggi sostenibili in cerca di avventura, storie incredibili da portare a casa, conoscere realmente un paese e la sua cultura, l’emozione che suscitano splendidi paesaggi. L'82% delle prenotazioni di tour e attività processate da TrekkSoft ha avuto luogo sul sito dell'azienda o da app; il 13% delle prenotazioni in TrekkSoft avviene attraverso agenti di vendita. Il rimanente 5% avviene tramite marketplace e da punto vendita, ad esempio dal sistema point of sale desk o dalla mobile
app di TrekkSoft.

Cresce l’uso delle ota
Anche se le ota come Viator e Expedia portano soltanto il 4% delle prenotazioni di tour e attività totali, secondo quanto riportato sia da TrekkSoft sia da Phocuswright, questo dato è in crescita. Phocuswright prevede che la quota di mercato delle ota raddoppierà entro il 2020. I fornitori che usano TrekkSoft ricevono la maggior parte delle prenotazioni da Viator, che apporta l'87% delle prenotazioni da marketplace. Il secondo canale per importanza risulta Expedia, con il 13% delle prenotazioni da marketplace.

Desktop vs dispositivi mobili

Con una crescita attesa delle prenotazioni online lorde di tour e attrazioni da 9 miliardi a 21 entro il 2020, secondo quanto riporta Phocuswright, molte di queste saranno ottimizzate per i dispositivi mobili. Sempre più alto il numero di consumatori che preferisce
completare la prenotazione da dispositivo mobile invece di cambiare device, afferma Google. Dopo aver ricercato da smartphone, il 79% dei viaggiatori ha completato una prenotazione da dispositivo mobile. Una percentuale significativamente superiore rispetto al 70% a cui abbiamo assistito nel 2016, affermano da Trekksoft. Per tour e attività, la proporzione di prenotazioni completate da dispositivi mobili è inferiore ma sta crescendo anno dopo anno.


Chi prenota tour e attività online?

Per molto tempo si è visto come siano le donne a cercare e prenotare la maggior parte delle vacanze e i dati di Trekksoft confermano questo trend anche per ciò che riguarda il ramo dei tour e attività: il 64% delle prenotazioni processate attraverso TrekkSoft sono state eseguite da donne. Il 69% dei consumatori che prenotano tour e attività attraverso TrekkSoft rientrano in un range di età non superiore ai 34 anni, con picchi di prenotazione per la fascia tra i 25 e i 34 anni. La porzione di prenotazioni più esigua deriva dalle generazioni più anziane, con solo un 8% delle prenotazioni effettuate dalla fascia di età tra i 45 e i 54 anni e un 7% dai 55 anni in su.


Il potere delle recensioni

Le imprese turistiche devono gestire consapevolmente la loro reputazione online: gli ospiti possono trovare online ogni tipo di informazione. Non sorprende che 9 viaggiatori su 10 pensino che sia importante leggere le recensioni online. Quando si tratta di tour e attività, si
rivelano particolarmente importanti le recensioni su siti di terze parti, che ottengono la fiducia del 95% dei viaggiatori, secondo quanto riportato da Stride Travel. Tra le imprese che offrono tour e attività usando TrekkSoft come software di prenotazione, le top 20 per quantità di ricavi possiedono un punteggio medio di 4.81 su TripAdvisor. Il 60% di questi fornitori di viaggi presenta un punteggio di 5.0, il 50% dei quali possiede una media di 966 recensioni.


“Per noi del team di TrekkSoft, vi è del grande potenziale per le imprese che promuovono tour e attività nella possibilità di stabilire collaborazioni strategiche con gli host di Airbnb". Come commentava anche Olan O’Sullivan, coo di TrekkSoft, queste partnership strategiche hanno il
potenziale di posizionare Airbnb come canale di distribuzione di esperienze e vincere là dove i marketplace peer-to-peer hanno avuto meno successo”. Tra gli obiettivi del fornitore di servizi software “lavorare con le reti di operatori locali di autisti e affittacamere, prendere in considerazione l’idea di diventare parte della community delle Airbnb Experiences, tenersi aggiornati sui movimenti dei maggiori player del mercato come Airbnb e Uber per meglio comprendere le opportunità in vista”.
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us