EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Naar propone il Giappone insolito

22/02/2018 18:02
Hokkaido e Kyushu tra le isole da visitare al di fuori degli itinerari più classici per una vacanza tra natura, vulcani e sorgenti termali

Un Giappone diverso dal solito, al di fuori dei circuiti più classici, proposto seguendo tour nelle zone meno note del Paese. E' questa la scelta di Naar tour operator, che oltre al viaggio base (minimo 10 giorni) che tende ad abbinare Tokyo, Kyoto e Osaka pensato per chi visita il Paese per la prima volta, propone la possibilità di scoprire Hokkaido. Geograficamente è la più settentrionale delle quattro isole principali dell'arcipelago giapponese. Il capoluogo è Sapporo. Il t.o. ha pensato a questa soluzione per offrire ai viaggiatori repeater la possibilità di scoprire una parte diversa del Paese, adatta a chi desidera fare un viaggio molto completo.

Hokkaido ha tra le sue caratteristiche quella di avere una natura ancora selvaggia, la si apprezza, infatti, per la possibilità di vivere una vacanza a contatto con l'ambiente circostante. Conta più di 60 vulcani, che, a quanto si apprende, rappresentano oltre il 10% dei vulcani di tutto il mondo. Offre laghi e montagne. Gli inverni sono rigidi per questo non attrae solo gli amanti della natura, ma anche degli sport invernali, come lo sci. Le sue caratteristiche ne fanno una destinazione diversa dal Giappone classico, come si può vedere anche dalla fioritura che avviene in un periodo differente, non ad aprile, ma a maggio. 

E' una meta ancora poco battuta e conosciuta, a livello di sistemazioni è in grado di offrire soluzioni moderne e più tradizionali come i ryokan. Il modo migliore per scoprire l'isola è la formula fly & drive, mentre il resto del Giappone si presta ad essere scoperto con i fly & train. E' la meta più adatta per un turista curioso, al suo secondo viaggio in Giappone. Il t.o. la propone con pacchetti da 4-5 giorni, ma la si può abbinare anche al Giappone più classico. 

Un'altra meta da scoprire è Kyushu, terza, in ordine di grandezza, tra le quattro maggiori isole dell'arcipelago giapponese. Si trova nella parte sud-occidentale. Anche in questo caso si differenzia dal resto del Paese per i suoi scenari e il clima mite, che agevola un viaggio durante l'inverno, quando nel resto del Giappone fa più freddo. Oltre ai vulcani, la sua caratteristica sono le sorgenti termali. In particolare nella zona di Beppu, sempre nell'isola di Kyushu, ci sono oltre 3mila onsen (il nome giapponese per indicare una stazione termale), con sorgenti di acqua calda di origine vulcanica. L'isola è famosa anche per la sua cucina, molto tradizionale e particolare. Ha preservato la sua autenticità in quanto non si è ancora aperta al turismo di massa, quindi non risente di influenze differenti.

Sul fronte delle sistemazioni offre un mix tra hotel di catena internazionali e non. Si può scegliere di dormire nei ryokan, gli alberghi tradizionali giapponesi con camere arredate secondo lo stile nipponico, dove si consumano anche i pasti. Un pernottamento è sicuramente consigliato per vivere da vicino l'atmosfera più tradizionale. 

Il Giappone insolito di Naar è contenuto all'interno del catalogo dedicato al Paese. Una meta su cui il t.o. investe in modo particolare, prova ne è la scelta di realizzare la brochure cartacea, il resto della programmazione è infatti solo online. 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us