EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Un nuovo progetto di promozione per il territorio ferrarese

23/02/2018 16:10
Arte, mare e natura sono i punti di forza della provincia, sui quali è stata avviata da anni un’importante attività di promozione e commercializzazione

Il territorio ferrarese si presenta ancora più competitivo nel contesto del turismo internazionale. Lo scorso 22 febbraio nello stand Italia/Enit della Fiera F.re.e (Fair for Leisure and Travel) di Monaco – la fiera dedicata al turismo e al tempo libero che si protrarrà fino al 25 febbraio - si è tenuta una conferenza stampa per presentare l’area che ruota attorno al Grande Delta del Po, nell’ambito del progetto pubblico-privato “Vacanze Natura e Cultura”, che coinvolge i comuni di Comacchio (capofila), Ferrara, Codigoro, Mesola e Goro, con il coordinamento del Consorzio Visit Ferrara.

Arte, mare e natura sono i punti di forza della provincia ferrarese, sui quali è stata avviata da anni un’importante attività di promozione e commercializzazione. Al centro ci sono le città d’arte di Ferrara e Comacchio. Due poli rilevanti all’interno della destinazione turistica Romagna, a cui si unisce il Parco del Delta del Po. Un territorio che, essendo interamente pianeggiante, è particolarmente adatto al turismo slow e al cicloturismo.

Nella competizione turistica internazionale, molto spazio sarà dato ai tour esperienziali e all’integrazione tra i prodotti e il valore immateriale che il territorio esprime, come indicato dalla riforma dell’ordinamento turistico regionale. Il progetto Vacanze Natura e Cultura si integra anche con i recenti investimenti che hanno visto l’apertura del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano a Ferrara e del Museo Archeologico Delta Antico a Comacchio. 

Massimo Maisto, assessore alla Cultura e al Turismo di Ferrara, ha sottolineato che "Ferrara e Comacchio non sono mai state così vicine. Questo progetto, grazie al contributo  del comparto pubblico ed alle preziose risorse messe in campo dagli operatori privati si configura come il primo grande progetto di unità territoriale promosso e governato da una partnership pubblico-privata e permetterà di fare un ulteriore salto di qualità in termini di innovazione e specializzazione di prodotti turistici che sono un tratto identitario del nostro territorio. In modo coerente ed integrato con le scelte strategiche della Destinazione Turistica Romagna".
.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte