EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Rossi: "Enit una struttura tecnica fatta da ingegneri del turismo"

23/04/2018 09:26
E' la vision del nuovo direttore promozione e marketing dell'ente pubblico, incontrata all'Atm 2018 di Dubai. "Sto impostando un metodo con il quale sviluppare un piano triennale", ci ha raccontato

"Sono contenta di essere arrivata all'Enit in un momento in cui occorre lavorare ad un piano triennale e c'è molto da impostare". Esordisce così Maria Elena Rossi, nuovo direttore promozione e marketing di Enit, incontrata all'Arabian Travel Market di Dubai. "Sto impostando un metodo - ha aggiunto - sia per il piano a tre anni, sia per la strategia di marketing del 2019". In cosa consiste questo metodo? "Il primo concetto sul quale svilupperò la strategia - ha riferito Rossi - è la crescita a valore e non a volumi. Possiamo fare la differenza nella misura in cui riusciamo a portare valore in termini di ricaduta economica e di vendita in termini di qualità, se no la discriminante è il prezzo e ci vedrebbe sconfitti. Quando si agisce sul prezzo lo si fa a scapito dei servizi, è nella logica commerciale".

Per poter costruire una strategia a valore aggiunto la manager sta elaborando quello che definisce un "cruscotto di marketing intelligence" approfondito di conoscenza dei mercati e di segmenti di domanda, di prodotti e potenziali clienti per definire strategie di marketing operative calibrate. "Dobbiamo dotarci di un cruscotto previsionale dettagliato degli indicatori del mercato turistico - annuncia - per costruire le strategie". L'operazione sarà supportata dal proprio ufficio studi, dall'Osservatorio nazionale del Turismo e da tutte quelle indicazioni che vanno dalle prenotazioni, dai flussi delle compagnie aeree, dei tour operator.
La manager assicura che l'ente "è in sintonia con il Mibact, che lavora con le regioni per le rilevazioni statistiche e sta facendo sperimentazioni sulla telefonia mobile. Questo consente di costruire una politica mirata per mercato e per stagionalità".
Dopodiché sarà più semplice sviluppare la strategia del triennio, che sarà "rivolta a nicchie di domanda segmentata, nell'ottica di massimo raccordo con le regioni nell'ambito del consiglio federale. Fatto questo, tutto il resto sarà più semplice", assicura.

L'Enit andrà poi a sviluppare le politiche di partecipazione a fiere, eventi, partnership, e anche quel sistema Paese voluto dai ministeri con Ice, ambasciate e consolati "per tessere un lavoro di qualità e sinergico". Verranno aperte nuove sedi, a Dubai come hub del Medio Oriente, a Bangkok, che è gateway per il Far East, "poi abbiamo aperto con Ice un'antenna in Polonia (tra i primi mercati per la montagna invernale in Nord-Est) e apriremo in Israele, mercato che mostra crescite a due cifre".

Non teme le mosse del prossimo governo nei confronti dell'ente pubblico? "Rivendico - commenta - il ruolo delle strutture tecniche. Enit dovrà essere una struttura tecnica fatta da ingegneri del turismo, che lavorano a prescindere dai cambiamenti di governo. Le strategie di marketing territoriale e turistico richiedono continuità e coerenza e i risultati si misurano negli anni". l.d.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us