EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Centinaio: "Controlli a tappeto su Ota, stelle alberghiere e guide turistiche"

11/06/2018 10:43
Con un potenziale del 20% ma un’incidenza attuale sul Pil ferma al 12%, il neo-titolare di Agricoltura e Turismo ha le idee chiare su come rilanciare il settore

Accordi con le Ota, riclassificazione degli alberghi e lotta all’abusivismo nell’ambito delle guide turistiche. È da questi tre punti che intende iniziare la propria attività Gian Marco Centinaio, ministro dell’Agricoltura e del Turismo, in una intervista al Corriere della Sera di oggi. Con un potenziale del 20%, ma un’incidenza attuale sul Pil ferma al 12%, Centinaio ha già le idee molto chiare su come rilanciare il settore.

“Il turismo oggi in Italia è un patrimonio sprecato, per prima cosa intendo stipulare accordi con le Ota per far sì che accettino solo pacchetti certificati –spiega Centinaio-. Devono controllare, ad esempio, che siano realmente b&b quelli che pubblicizzano camere sui loro siti e non privati che vendono ai turisti stanze delle proprie case”.

Sotto la lente d’ingrandimento anche gli hotel, per verificare che le stelle assegnate corrispondano allo standard effettivo. “Se un albergo, negli anni, non ha mai apportato modifiche e migliorie non può ancora vantare quella tipologia di classificazione, non sarebbe un buon biglietto da visita per i turisti – aggiunge  il ministro -. Così come non si può tralasciare la situazione delle guide turistiche: il settore è pieno di abusivi, invece per esercitare la professione devono essere in possesso del patentino. Ci saranno controlli a tappeto e multe molto salate”. s.f.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte