EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Massimo Passalacqua, se ne va “il ragazzo d’oro”

19/10/2018 12:07
Lascia la moglie Barbara e i figli Andrea ed Elena; fino al 2008 ha lavorato all’interno del Gruppo Ventaglio

Massimo Passalacqua non c’è più. L’ha portato via una lunga malattia contro la quale ha sempre combattuto, fino alla fine. Torna alla mente - per chi ha vissuto il Gruppo Ventaglio negli anni del boom – quel ragazzo che il presidente Bruno Colombo considerava come il suo terzo figlio, in realtà nipote e figlio della sorella maggiore e che, professionalmente parlando, aveva praticamente adottato. Celebri le battute, durante le pause pranzo delle convention aziendali, in cui Massimo veniva tirato in ballo per il suo cognome: “Passa–l’acqua” e alle quali, ormai abituato, si era suo malgrado rassegnato.

“Un professionista serio, umile e sempre sorridente, un ragazzo d’oro – dichiara a questa agenzia di stampa Bruno Colombo -. Dotato di buon senso e realismo, con il suo modo di fare entrava in empatia con tutti”.

Dopo aver lasciato il gruppo nel 2008, aveva affrontato con alcuni colleghi la sfida di Marevero, per poi diventare consulente di Hotelplan-Turisanda e, negli ultimi tempi, di Settemari.

Fino all’ultimo è rimasto convinto di poter sconfiggere il male, ha lottato in silenzio, senza lamentarsi. Se ne è andato a 57 anni, lasciando la moglie Barbara, i figli Andrea di 14 anni e Elena di 11.

Le esequie si terranno domani, 20 ottobre, alle 11.40 presso la chiesa di San Giuseppe Calasanzio di Milano, in via don Gnocchi 16.

La direzione e la redazione di Guida Viaggi esprimono le più sentite condoglianze alla sua famiglia. l.d.

Nella foto, Massimo Passalacqua con la moglie Barbara


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte