EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

“Cdp crede nel turismo e vuole replicare”

22/10/2018 10:55
Gaetano Casertano parla di una visione condivisa con il socio, che avrà nel piano industriale il turismo tra i punti chiave di sviluppo per il Paese; al via un progetto congiunto sulla formazione

“Ci siamo incontrati con i vertici di Cdp e c’è stata reciproca forte soddisfazione. Ora l’a.d. (Fabrizio Palermo, ndr) sta preparando il nuovo piano industriale e il turismo è tra i punti chiave di investimento”. Sono le parole di Gaetano Casertano, amministratore delegato di Th Resorts, che conferma l’interesse dell’azionista nei confronti della partecipata.

“Th – prosegue – rappresenta un esempio per il Paese e vorrebbero replicarlo”. La società è cresciuta negli ultimi anni contando su 25 hotel e passando da duemila a tremila addetti che con l’indotto arrivano a 9mila. “Anche il modello di sviluppo è piaciuto – sottolinea Casertano – perché riguarda aree del Sud Italia (Calabria, Sicilia, Puglia, Sardegna) e zone montane come le Alpi e le Dolomiti, quindi fuori dai circuiti delle grandi città”.

La formazione per dare luogo ad un’occupazione qualificata è un altro obiettivo comune, tanto che sfocerà in un programma Academy – previsto un anno di lavoro preparatorio - condiviso con Cdp e che sarà sviluppato a livello nazionale.

Altro tema sensibile è quello della sostenibilità e dell’aspetto eco: “Aderiamo alla linea di sostenibilità Solidarity Th – dichiara Casertano - con due progetti, in collaborazione con Banco Alimentare e attraverso la fondazione Santa Lucia siamo vicini al mondo dei bambini nelle zone di guerra. Con Tci poi siamo partiti con una modalità ecocompatibile per approcciare l’hotel”.

Sul prodotto bisognerà aspettare l’inverno 2019-2020 per l’ingresso in portafoglio di Cortina e Courmayeur, mentre per il bilancio estivo il manager parla di “trend positivo: siamo cresciuti del 3% sul gradimento, con più di tremila nuove recensioni pubbliche e 140mila questionari, grazie alla collaborazione con Travel Appeal”.

Rimarrete ancorati ad un modello di sviluppo sul suolo nazionale? “Vantiamo una posizione di leadership nel segmento montano con un 30% di share – replica il manager - ora consolideremo il posizionamento in località balneari per raggiungere anche qui una leadership”. L’obiettivo è mirare a regioni come Sicilia, Sardegna, dopo aver completato il dimensionamento di Basilicata, Puglia, Calabria e Toscana.

In termini di prodotto, attualmente il peso del mare è del 65% contro un 30% di prodotto montagna, “un equilibrio dovuto al sistema Paese. Siamo l’unica azienda che ha mare e montagna con due stagionalità”.

L’esercizio finanziario di Th Resorts dovrebbe chiudersi a quota 70 milioni con un risultato positivo. l.d.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte