EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Milano, Usa e Hong Kong ai primi posti per spesa

22/10/2018 14:35
I dati della Fashion Week milanese; a livello nazionale il business è stabile

La Fashion Week milanese si è difesa bene sul fronte delle vendite tax free. Emerge da un'analisi di Planet, la società che offre soluzioni integrate per i pagamenti internazionali. Le sfilate meneghine, infatti, rispetto allo stesso periodo nel 2017, hanno stimolato un aumento nelle vendite tax free dell’1,4% e del 4,6% nella spesa media per singola transazione, portandola a 1499€, solo 89€ in meno rispetto a quella registrata a Parigi.

Dall’altra parte, la capitale francese, durante la Fashion Week, si è confermata prima in Europa con uno scontrino medio di 1588€ in crescita del 7,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e un volume di vendite esentasse incrementato del 13,6%,

Meno attrattiva per i viaggiatori extra Ue, la moda londinese, che nel periodo di riferimento ha registrato contrazioni sia nel valore dello scontrino medio fermo a soli 354€ (-3,4% vs. 2017) che nel volume di vendite tax free (-14,2% vs 2017).

Ma quali sono stati i turisti più propensi allo shopping nella Milano fashionista? Dal punto di vista della spesa media a troneggiare sono stati i cittadini di Hong Kong e gli statunitensi, rispettivamente con 1910€ e 1900€ per singola transazione, seguiti da russi (1476€), cinesi (1450€) e giapponesi (1435€). Statunitensi e viaggiatori da Hong Kong sono stati primi anche per quanto riguarda l’incremento nelle vendite tax free rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente con una crescita rispettivamente del 79% e del 51%, seguita da un +30% di tutto rispetto per i turisti giapponesi.

I dati raccolti nel periodo della settimana della moda suggeriscono a livello generale una ripresa incoraggiante dello shopping tax free made in Milano, che, nel mese di agosto ha subito una battuta d’arresto.

A livello nazionale invece, gli ultimi dati disponibili, raccolti nel Planet Intelligence Report di settembre, delineano un quadro stabile per il comparto tax free, registrando una crescita dell’1% nelle vendite, dell’8% nel valore medio per singola transazione e del 3% negli arrivi. Mentre per il trimestre ottobre-dicembre il flusso incoming in Italia di turisti extra Ue è previsto in crescita del ,.6%, con picchi per viaggiatori tailandesi (+48%), statunitensi (+19%) e sudcoreani (19%).


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte