EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Interrail cresce tra adulti e senior

30/11/2018 11:55
In arrivo il pass digitale, la nuova app e un portale dedicato ai benefit

Copre oggi 30 Paesi dai 13 inziali nel 1959 e più di 10mila destinazioni in Europa: con una una storia lunga 60 anni alle spalle, Interrail è diventato adulto, come ha sottolineato Silvia Festa, market manager Italy and Southern Europe Eurail Group. Il 2018 di Interrail conferma e rafforza, nei primi 3 trimestri, il trend positivo di crescita nelle fasce adulti (tra i 28 e i 59 anni di età) e senior (oltre i 60 anni di età) avviato nel 2016. “I trend globali mostrano infatti una crescita costante e a doppia cifra tra le fasce adulti e senior, che scelgono sempre più spesso il treno come mezzo privilegiato per le proprie vacanze”, sottolinea Festa -. Interrail è un prodotto per tutte le età, non occorre più uno zaino e 18 anni per fare un interrail. Si tratta di un’esperienza interessante anche per le famiglie, che permette di conoscere persone e posti”.
Secondo gli ultimi dati rilevati, infatti, nei primi nove mesi del 2018 i Pass venduti a passeggeri con più di 60 anni sono aumentati globalmente del 30% rispetto allo scorso anno, con picchi di crescita superiori al 60% per la categoria “One Country Pass - prima classe” Tra gli adulti, la crescita rispetto allo scorso anno si è rivelata superiore al 20%, sfiorando il +45% per la categoria “Global Pass – prima classe”.

Il Pass Interrail è acquistabile sui canali Trenitalia: biglietterie di stazione, sito web trenitalia.com/interrail e agenzie di viaggio autorizzate. Queste ultime, in particolare, nel 2018 hanno registrato un incremento delle vendite di Interrail del 32% (gennaio-settembre), segno del crescente interesse per il prodotto Pass da parte della clientela, che in agenzia trova una consulenza specializzata sulle opzioni Pass disponibili e su come impostare il proprio itinerario Interrail.

L’Interrail Global Pass consente di esplorare tutti e 30 i Paesi europei inseriti nel Pass. Con un Interrail One Country Pass invece è possibile esplorare a fondo un unico Paese europeo a scelta. L’Italy One Country Pass continua a guidare la classifica dei “One Country Pass” più venduti, e anche in questo caso il trend di crescita di questo pass tra senior e adulti è marcato: sono infatti raddoppiati gli Italy One Country Pass di prima classe venduti ai senior e cresciuti di oltre il 35% quelli venduti agli adulti.
Il 2017 si è frattanto chiuso con “oltre 280mila passeggeri – sottolinea Festa -, pari a un +11% rispetto al 2016. I dati a oggi segnalano invece un +4%. Ora i giovani rappresentano il 68%, era l’80% due anni fa. Si tratta, inoltre, di un’esperienza che cerchiamo di ampliare con nuove partnership, tra i quali si segnalano compagnie di navigazione, outlet, musei e hotel, un servizio di bike sharing in Germania e numerose city card. A questo proposito l’anno prossimo ci focalizzeremo sulle città dell’Est (Vienna e Berlino sono le ultime city card inserite tra le partnership)".

Il 2019 vedrà diverse novità: innanzitutto un portale dedicato ai benefit cui ogni possessore di Pass Interrail ha diritto, come sconti su hotel, attrazioni e city card e una rivisitazione della app Railplanner, con l’inserimento di info live, la possibilità di condividere gli itinerari sui social e di notifiche push. Ma “epocale”, come lo definisce Festa, sarà il passaggio al biglietto elettronico. L’obiettivo è “rendere la customer experience totalmente digitale – commenta Massimiliano Astrologo, responsabile vendita internazionale di Trenitalia e presidente del cda Eurail Group -. Si tratta di un percorso complesso che prevede un linguaggio comune tra i 30 sistemi delle società ferroviarie partner di Interrail. Nei prossimi mesi del 2019 partiremo con un progetto pilota in Italia sull’ Italy One Country Pass”. n.s.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us