EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Budapest punta sulla ricettività: entro il 2019 venti nuove strutture alberghiere

04/12/2018 16:17
In dieci anni sono quasi raddoppiati i visitatori e l’aeroporto si appresta a tagliare il traguardo dei 15 milioni di pax

Una maggiore offerta ricettiva per la città di Budapest che, tra quest’anno e il prossimo, si presenta ai turisti con 20 nuove strutture alberghiere per un totale di oltre 2000 camere in più. L’apertura più attesa è sicuramente quella del Meininger Budapest Great Market Hall, nell’aprile 2019, che conterà 184 camere.

L’Italia si attesta come il quarto mercato per la capitale ungherese (scavalcato da Gran Bretagna, Stati Uniti e Germania), ma il Consolato generale di Ungheria e l’organizzazione turistico-culturale Budapest Festival and Tourism Centre stanno collaborando per promuovere ulteriormente il prodotto sul mercato italiano.

“Oggi a Milano, infatti, abbiamo organizzato un workshop per gli agenti di viaggi che avranno la possibilità di incontrare Dmc e tour operator incoming - spiegano Melinda Szilàgyi e Màaria Sali (nella foto), rispettivamente Console affari economici e commerciale e media sales coordinator -.È una città che intercetta i target leisure, mice e turismo medicale: compete con tutte le altri grandi capitali europee, ma a prezzi decisamente più contenuti. Solitamente la città è una tappa intermedia in un tour che comprende anche Praga, Bratislava e Vienna, tuttavia a Budapest gli italiani scelgono di trascorrere una media di 2.8 giorni a differenza degli altri turisti stranieri che si soffermano solo 2.3 notti”.

A giocare un ruolo fondamentale nella scelta di questa destinazione, è sicuramente l’ampia offerta di collegamenti aerei tra Italia e Ungheria con: due voli giornalieri operati da Wizz Air da Milano su Budapest, un diretto da Bergamo con Ryanair e poi ancora Fiumicino e Ciampino.

L’aeroporto di Budapest l’anno scorso ha accolto 13,1 milioni di pax, con la prospettiva di raggiungere il traguardo dei 15 milioni alla fine di quest’anno. Oggi sono 43 le compagnie aeree, in totale, con voli diretti su Budapest da ben 111 città. “Negli ultimi 10 anni ci siamo impegnati per mettere a punto un’offerta turistica articolata su tutte e quattro le stagioni e i numeri ci danno ragione - concludono Melinda Szilàgyi e Màaria Sali -. Nel 2007 abbiamo contato 2,5 milioni di ospiti e 6,2 milioni di pernottamenti, l’anno scorso sono stati 4,3 milioni i turisti (210mila italiani, +50%) e 10 milioni di pernottamenti (585mila italiani, +51%).

Intanto, la città si appresta ad ospitare la ventesima edizione del Mercatino dell’Avvento, che richiama oltre 400mila visitatori, e soprattutto migliaia di tifosi e sportivi il prossimo anno dopo la proclamazione a Capitale europea dello sport 2019. s.f.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte