EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Esperienze sempre più "digitali", ma il trend è il ritorno in agenzia

17/01/2019 08:35
L'analisi di Trekksoft sui canali di vendita dei tour "esperienziali" e sulle tipologie di attività che saranno più richieste nel 2019: natura, adrenalina e cultura al top

Esperienze e tour sempre più “digitali” nei loro canali di proposta e di vendita, ma con un graduale ritorno in agenzia di viaggi. E’ questa la fotografia di settore offerta dal Travel Trend Report 2019 di TrekkSoft. "Come conferma dell’evoluzione digitale italiana – racconta Tommaso Peduzzi, che della società è country manager per l’Italia - il 36.6% degli operatori da noi intervistati utilizza un dispositivo mobile per registrare le prenotazioni, fare il check-in degli ospiti, scannerizzare i biglietti o consultare la lista dei partecipanti”. Per quanto riguarda le prenotazioni dirette, Peduzzi spiega che “il 58% degli operatori intervistati afferma che è possibile per gli utenti prenotare direttamente dal sito web. Questi risultati mostrano uno spazio notevole di crescita per il digitale e la volontà d'intraprendere nuove opportunità in questo ambito”.

Come detto, però, “in concomitanza con queste tendenze – rimarca Peduzzi - stiamo comunque assistendo a un graduale ritorno al servizio diretto effettuato degli agenti di viaggio, con la finalità di ridurre il tempo da impiegare nella ricerca e organizzazione di un'esperienza per conto proprio. Il fattore umano e il contatto diretto resteranno sempre un asset imprescindibile da considerare nell’ondata digitale”.

Trekksoft ha inoltre disegnato la mappa delle tipologie di esperienza che saranno più ricercate dai viaggiatori nel 2019: si va dalle “esperienze uniche ed irripetibili”, scelte in particolare dai millennial, ai “tour eco-compatibili”, passando per le “esperienze locali” e quelle all’insegna dell’avventura, come ad esempio quelle offerte dall’Area 47 in Austria, da Queentown in Nuova Zelanda e da Interlaken in Svizzera. E ancora, il 2019 sarà all’insegna dei “tour e attività multiday”, preferiti ai giornalieri, e dei “walking tour storici e culturali”.

E se questi saranno i trend del 2019, l’anno appena iniziato di Trekksoft sarà invece volto secondo Peduzzi a “rinnovare l'impegno nei confronti dei clienti, priorità principale dell’azienda. Le opinioni e il business degli operatori che utilizzano i nostri servizi sono al centro di ogni decisione presa. Infatti ho spesso avuto il piacere di dialogare personalmente con alcuni dei nostri clienti per ascoltare le loro esigenze e capire insieme quale strade prendere per migliorare il servizio offerto. D’altronde l’evoluzione del settore del turismo si crea insieme, da soli non si va nessuna parte. La comunicazione diretta, 100% trasparente, viene confermata con la pubblicazione della nostra roadmap dei prodotti per i primi 3 mesi del 2019, avvenuta qualche settimana fa”.

Sul numero 1561 di Guida Viaggi in uscita lunedì 21 gennaio sarà pubblicato un servizio interamente dedicato alle activities, business in costante crescita, con le novità di mercato. 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte