EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alitalia, prende quota lo scenario Delta più Air France-Klm

21/01/2019 09:43
Dopo le smentite del vettore francese, prende corpo un ingresso in cordata al 40%, con Fs socio di minoranza e la conversione del prestito ponte del Mef nel 15% della newco

Alitalia, proseguono sottotraccia – ma fino a un certo punto – le trattative dei candidati al ruolo di “partner industriale” della compagnia aerea. Le ultime notizie confermano la volontà di Delta Airlines ad entrare nel capitale in cordata con Air France-Klm, con una quota complessiva e paritaria tra i due “soci” del 40 per cento.

Delta e Air France-Klm avrebbero confermato la volontà di entrare nella partita con una quota del 20% ciascuna anche nel corso degli incontri con i delegati Fs della scorsa settimana ad Atlanta: l’obiettivo è quello di presidiare i voli sul Nord Atlantico, all’interno della joint venture con Air France, Klm e Alitalia, ed evitare un rafforzamento di Lufthansa, che ha presentato un’offerta alternativa per Alitalia, al momento ritenuta meno vantaggiosa anche per il numero di esuberi che comporterebbe (circa 6.000), oltre che per la volontà del vettore tedesco di controllare la compagnia con una quota di maggioranza e senza la presenza del Mef tra gli azionisti.

E se Air France negli ultimi giorni ha scelto per sé un ruolo da “osservatrice” (“con Alitalia sta discutendo Delta, noi stiamo attenti ma non facciamo parte della discussione”, ha rimarcato Jerome Salemi, direttore generale di Air France per l’area Est del Mediterraneo), sarebbe l’ala olandese dell’alleanza, Klm, a spingere decisamente per l’ingresso in Alitalia.

In questo scenario, Alitalia dovrebbe poter contare su una liquidità di un miliardo di euro di capitale fresco: il 40% dei due vettori esteri, Fs con una quota di minoranza (al massimo il 35%) e il Mef che potrebbe convertire parte del prestito ponte nel 15%. Il residuo 10-15% verrebbe coperto da una o due altre società pubbliche: si ipotizza un coinvolgimento di Cdp non diretto, attraverso un veicolo partecipato o in altra forma.

L'Alitalia di Delta manterrebbe le divisioni volo, manutenzione, handling e conterebbe su 110 aerei, con una riduzione di uno-due jet di lungo raggio e dei regional jet più piccoli. Verrebbero impiegati tra i 9mila e i 10mila lavoratori e dai 2.000 ai 3.000 esuberi.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte