EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Droni e nuovi modelli di servizio nel trasporto aereo

04/03/2019 12:50
E' il tema dell'evento in programma a Roma dal 6 all'8 marzo; l'avvocato Laura Pierallini modererà un panel il 7 marzo

Il futuro del trasporto aereo, alle prese con nuovi modelli di servizio. Sarà il tema del Legal Symposium Iata 2019 che si terrà al Roma Cavalieri, Waldorf Astoria di Roma il 6-8 marzo prossimi. Laura Pierallini, avvocato specializzato sul tema aviation - shortlisted per gli ultimi quattro anni come Best Aviation Lawyer dai Business Law Awards e riconosciuta come Thought Leader of Aviation nel 2018 dalla rivista Who’s Who Legal - modererà il 7 marzo un panel che tratterà il tema The future of aviation - drones and new model air transport services.  Sarà, inoltre, la presentatrice del Constance O’Keefe Writing Award,  evento che l’ha già vista parte attiva in occasione del convegno Iata 2018 a Bangkok e nelle precedenti edizioni del Legal Symposium Iata.

Pochi giorni dopo il convegno, si terrà, nel centro storico di Roma, la Rome Drone Conference 2019, dove l’Easa e l’Enac esporranno le varie e nuove normative sui droni. All’avvocato Pierallini abbiamo chiesto che futuro si prospetta per il settore aviation e quali ripercussioni ci saranno con l’avvento dei droni: “Dal punto di vista dei regolatori, come l’Enac – ha commentato Pierallini - hanno organizzato un workshop sui droni e sui problemi che possono nascere. Dal 2020 ci sarà un nuovo regolamento Ue e proprio da questo settore si assiste ad un grande interesse per la materia, sulla quale non c’era preparazione, fino a poco tempo fa”.

C’è attenzione e grande reattività nel settore, anche al fine di studiare un sistema che possa prevenire incursioni e effetti negativi sull’operatività dei voli. “Alcuni Paesi – ha osservato Pierallini - hanno attivato dei sistemi di prevenzione. Il problema è che anche se gli enti sono stati veloci nell’individuare zone non sorvolate dai droni, si trattare di confrontarsi con un sistema di regole standardizzate e rimaste stabili per anni. C’è ancora un ulteriore sforzo da compiere”.

Per quanto riguarda i nuovi modelli di servizio di trasporto, l’avvocato ha sottolineato che “sono allo studio consegne sul modello di Amazon, si tentano sperimentazioni e modalità di utilizzo dei droni che consentano il trasporto di merce, con mezzi pilotati da remoto”. Attualmente l’uso maggiore è in agricoltura o per effettuare rilevazioni e controlli. “Per alcuni servizi queste nuove adozioni rappresenteranno un progresso, come per esempio nella consegna di medicinali in zone scarsamente raggiungibili”.

Uno dei temi più sentiti attualmente è quello della Brexit: “Ogni vettore guarda alla Brexit. Una hard Brexit porterebbe ad una paralisi e sicuramente non avverrà, si sta studiando un accordo basico per congelare almeno per un anno la situazione del trasporto aereo”. l.d.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte