EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Germania: crescono le Ota, ma le adv dominano ancora

11/03/2019 10:03
I dati di Drv confermano la crescita dei canali online, che si assestano al 43% di market share. I canali tradizionali perdono 3 punti in un anno, ma "resistono" a quota 57%

Cambia il profilo del turista tedesco, in relazione al tipo di prodotto richiesto e ai canali di prenotazione. Una conferma arriva da Itb a Berlino, che ha sancito – attraverso i dati di Drv – un calo del booking attraverso i canali tradizionali (agenzie, call center e canale diretto) dal 60% al 57%, che continuano comunque a dominare il settore.

Durante il 2018, il 43% delle vendite di viaggi nel mercato tedesco, per quasi 68 miliardi di euro, è passato quindi dai canali online, rispetto al 35% di quattro anni fa.

Nel caso dei viaggi organizzati, dove il giro d'affari raggiunge i 36 miliardi di euro, oltre la metà (53%) dei ricavi è stata generata offline. Tuttavia, la quota online è cresciuta di quasi il 3%, attestandosi al 35%. La percentuale è molto diversa nel caso dei viaggi indipendenti, in cui la quota online supera la metà e cresce ad un ritmo elevato.

In Germania le Ota – che hanno trovato qui un mercato più “resistente” – registrano vendite per circa 26 miliardi di euro, con Booking.com al primo posto, seguita da Expedia

Secondo il presidente di Drv Norbert Fiebig, l'importante non è se il cliente prenota online o offline, ma "il modo di viaggiare scelto dal cliente", e ritiene fondamentale sapere se il cliente prenota direttamente da un fornitore senza ricevere alcun consiglio o se lo fa guidato da professionisti che lo proteggono dagli imprevisti “senza costare un centesimo di più”.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte