EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

In crescita i flussi turistici verso Modena

14/03/2019 12:22
Capasa di Travelport: necessario lavorare sui canali digitali, e in particolare sulle applicazioni mobili

Dal 2015 i flussi turistici verso il territorio di Modena sono in crescita e che la Pa con gli enti di riferimento del territorio, ma anche gli operatori privati, hanno preso piena coscienza del valore economico (e non solo) del turismo come industria. Se ne è parlato nell’ambito del convegno "Modena e provincia: il turismo è realtà – Analisi, tendenze e progetti’, organizzato dal Comune di Modena in collaborazione con la Camera di Commercio di Modena, la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e la Provincia di Modena. Sono stati presentati i risultati di un’analisi svolta su più livelli, commissionata dalla Camera di Commercio di Modena, in vista di un piano di marketing territoriale per Modena e provincia, con l’obiettivo di raccontare i trend più interessanti e dare degli input utili al territorio per uno sviluppo turistico in linea con le tendenze della domanda, ma anche innovativo, per differenziarsi dalla concorrenza.

Laura Capasa, head of marketing di Travelport per l’Europa, in particolare, ha proposto all’attenzione del sistema turistico territoriale l’opportunità di generare innovazione e sinergie cogliendo la convergenza tra due tendenze molto forti e molto attuali, che si stanno rafforzando sempre di più a vicenda: una è la tendenza del ‘bleisure’, cioè l’attitudine dei viaggiatori d’affari ad inserire sempre più spesso nelle loro trasferte di lavoro dei momenti di svago e di turismo, o addirittura a prolungare il viaggio di lavoro con una coda di vacanza; l’altra tendenza è il boom dell’utilizzo delle applicazioni mobili per smartphone, prima, durante e dopo il viaggio.

"Il territorio di Modena ha già un posizionamento molto forte sia nel leisure, grazie ad esempio all’enogastronomia, sia nel business travel, grazie naturalmente all’automotive, ma non solo – ha spiegato Laura Capasa –. C’è quindi l’opportunità non soltanto di incrementare i flussi in arrivo, ma anche di accrescere l’indotto dai flussi attuali, creando e promuovendo una specifica offerta ‘bleisure’ sul territorio del Modenese, che stimoli i viaggiatori d’affari a includere un prolungamento del soggiorno nel weekend o comunque a consumare anche il prodotto leisure disponibile sul territorio. Per raggiungere questo obiettivo, è indispensabile lavorare sui canali digitali, e in particolare sulle applicazioni mobili, che riescono, molto di più dei tradizionali siti Internet, ad abbattere le tradizionali barriere tra business travel e leisure. La possibilità di organizzare e gestire la nostra vita, e i nostri viaggi, per mezzo del nostro smartphone e delle sue app, sta rendendo sempre più facile mescolare esperienze di svago con momenti di business durante lo stesso viaggio, dando così al ‘bleisure’ una marcia in più. Per le aziende del territorio, e per l’intero sistema turistico territoriale, questo significa che investimenti e progetti nell’ambito delle applicazioni mobili sono fondamentali per cogliere le nuove opportunità offerte dal ‘bleisure’ sia alle imprese orientate al business travel sia a quelle orientate al leisure’.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte