EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Rebasti: “Volotea cresce e aggiunge il priority boarding”

19/03/2019 14:44
La nuova base di Cagliari apre a fine maggio. La compagnia lancia un’opzione ancillary molto interessante per chi viaggia per affari disponibile sia su sito sia su Gds

Grande successo per Volotea, la compagnia spagnola che ha fatto registrare nel 2018 un incremento dei passeggeri del 34 per cento rispetto al 2017, facendo volare 3,4 milioni di viaggiatori in Italia e 6,5 milioni considerando l’insieme europeo del network. Tredici le basi in Europa, cinque nella Penisola, cinque in Francia, due in Spagna, una in Grecia. Per fare il punto della situazione sugli investimenti nel nostro Paese, sui risultati raggiunti, sull’offerta dei prossimi mesi, anche in vista dell’estate, parla a Guida Viaggi Valeria Rebasti, commercial country manager Italy & Southeastern Europe.

Italia e Francia rappresentano i mercati principali per Volotea, che però è sempre aperta a valutare le opportunità si possano presentare. L’obiettivo ancora oggi, come lo è stato fin dall'inizio, è collegare città con voli che prima non esistevano e dare vita a rotte operate solo da Volotea, implementando l’offerta in una nicchia importante di un mercato aereo globale sempre più competitivo. Esempio di questa filosofia sono le venti rotte da Genova, tutte nostre esclusive. Offrire collegamenti precedentemente inesistenti oppure realizzati solo con charter rappresenta l'anima stessa della compagnia, prosegue l'espansione con nuovi aeroporti e tratte internazionali”.

GV: Quali i prossimi sviluppi in Italia?

“Quest'anno sono 164 le rotte operate, 14 delle quali nuove (da Cagliari verso Palermo, Pescara, Marsiglia, Strasburgo e Praga, da Genova verso Pantelleria, Malaga, Corfù e Malta, da Napoli verso Torino e Bilbao, da Verona a Zante e Malta e la Palermo-Pescara), dai venti aeroporti italiani serviti da Volotea. Anche la flotta continua a crescere e arriverà entro l'anno a 34 aeromobili, quattro dei quali nuovi. Al momento il parco macchine è composto da 17 Boeing 717, primo nostro aereo, configurato per 125 passeggeri, e 17 Airbus 319 da 156 posti, che consentono maggiore capienza e copertura fino a 3500 chilometri. Non c’è il lungo raggio nella visione futura di Volotea. Due nuovi A319 andranno a risiedere nella base di Cagliari, che partirà già con questi aeromobili, e aprirà il 31 maggio, prontissima per l'estate. Nell'arco dei prossimi due-tre anni sostituiremo tutti i Boeing con i nuovi Airbus, innescando così anche un ciclo economico virtuoso di gestione della flotta”.

GV: Le prenotazioni come vanno?

“Condividiamo solo in parte il trend di prenotazioni estive in ritardo del quale si parla in questi giorni, perché il booking di agosto sta già andando bene. Alcune destinazioni sono forse lievemente attardate a causa del particolare lungo ponte primaverile, che porterà molti a optare per mete long haul facendo così slittare il momento in cui penseranno all’estate. Va però ricordato che sul breve e medio raggio, ovvero le tratte di nostro interesse, gli italiani, assai diversamente dai francesi che prenotano sempre con grande anticipo, sono consueti prenotare sotto data e quindi riteniamo questa primavera nella norma”.

GV: Dove voleranno i nostri connazionali?

“Possiamo prevedere come destinazioni forti le isole italiane e quelle greche. Infatti a Venezia, per esempio, sono ben 13 le rotte greche attive mentre in Italia contiamo molto su Pantelleria e Lampedusa”.

GV: Quali novità riguardo il customer service?

“Tra le implementazioni offerte in questa stagione da Volotea c’è la nuovissima opzione “priority boarding”, ancillary attiva dalla scorsa settimana su Gds, sito agenzie e privati e per i gruppi. Questa opportunità consente alle prime sessanta persone di portare a bordo sempre e comunque il trolley. Volotea consente infatti l’imbarco di due bagagli a mano per passeggero ma in caso di load factor molto alto può rendersi necessario collocare in stiva la valigia, comunque sempre gratuitamente, al momento di salire sull'aereo. Per queste prime sessanta persone invece l'imbarco del trolley è garantito in qualsiasi condizione. Si tratta di una facilitazione importante soprattutto per chi viaggia per affari. Sono stati proprio i business traveller, la cui percentuale è di circa il 20 per cento grazie all’aumento di molte frequenze con a/r in giornata, a richiederla. Questa implementazione ha comportato un grande investimento negli aeroporti e a livello informatico ma Volotea tiene in massima considerazione la soddisfazione dei propri viaggiatori e riteniamo l’opzione possa effettivamente avere un'importante ricaduta sulla customer experience. Un'altra opzione molto importante è Flex, un piano tariffario che, con un sovrapprezzo da cinque a 25 euro, consente qualsiasi cambio di orario, giorno e destinazione pagando solo un eventuale differenza. E se non si hanno le idee chiare su quando si tornerà a viaggiare, apre un credito valevole un anno. Flex è molto importante in estate, quando si prenotano in anticipo le vacanze, e per i viaggiatori d'affari”.

“Tra le molte attenzioni dedicate da Volotea ai propri viaggiatori – conclude Valeria Rebasti - anche la possibilità di imbarcare un piccolo animale, fino a otto chilogrammi compreso il trasportino, per consentire a tutta la famiglia di viaggiare e andare in vacanza insieme”. p.o.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte