EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Lufthansa, conti in rosso: se il caro carburante fa tremare anche i giganti

17/04/2019 09:44
Trimestrale da -336 milioni di euro per il vettore tedesco: pesa il petrolio, ma la battaglia nei cieli d'Europa è anche su overcapacity ed effetto-Brexit

Anche Lufthansa colpita al cuore dal caro-carburante. La compagnia tedesca ha infatti riportato perdite per complessivi 336 milioni di euro nel primo trimestre 2019, con il petrolio - che ha pesato per 202 milioni di euro in più - a fare la parte del leone tra le voci di maggior debito.

Anche le controllate di Lufthansa Swiss, Austrian Airlines ed Eurowings hanno accusato il colpo: solo un anno fa il vettore, nello stesso periodo, riportava un profitto operativo di 52 milioni di euro. Lungi dall’essere un mero discorso da pompa della benzina, il segno meno nei conti è visto dagli analisti come la riprova della battaglia anche sul versante dell’overcapacity, che in questo momento segna i destini delle compagnie europee; altro elemento ineludibile è quello legato alla Brexit, che ha portato parte dei viaggiatori – malgrado tutte le rassicurazioni di questi mesi – a rimandare le proprie vacanze.

Lufthansa – nel prendere atto che le sue azioni sono calate lievemente dopo la pubblicazione della trimestrale, a 21,82 euro, ha spiegato di aspettarsi ricavi in miglioramento nel secondo trimestre a fronte del recupero dei livelli di booking, aggiungendo che per il 2019 prevede ancora di ottenere un margine di profitto operativo rettificato del 6,5- 8%.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte