EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Income tourism, il progetto europeo che colma il gap tra università e lavoro

19/04/2019 14:40
Dodici studenti e sei tutor aziendali per ciascuna nazione con l’obiettivo di potenziare le soft skill

Colmare il deficit tra offerta formativa e sviluppo delle soft skills, preparare al meglio lo studente al salto tra università e aziende, in particolare quelle in ambito turistico nel quale comunicazione, cordialità, competenza sociale e rapporti umani sono competenze messe alla prova quotidianamente. Il progetto europeo Income tourism coinvolge 12 partner, guidati dall’Instituto Tecnico Viana do Castello (Portogallo), più 7 partner associati provenienti da 6 Paesi.

Un’iniziativa che si sviluppa nel corso di tre anni, durante i quali le università forniranno loro tutta la preparazione e la formazione necessaria, ma saranno poi i tutor aziendali ad accoglierli e sviluppare le competenze necessarie per approcciarsi a nuove responsabilità. Le linee guida di Income toursim sono già ben delineate, restano ancora da definire due importanti aspetti: i criteri di valutazione e coinvolgimento degli studenti così come le modalità di partecipazione e formazione dei tutor che li seguiranno.

Il prossimo meeting in programma a Malta, dal 4 al 6 giugno, riunirà al tavolo tutte le realtà coinvolte per cercare di armonizzare e trovare un punto d’incontro tra mondi accademici e scenari lavorativi spesso molto differenti tra i vari Paesi europei coinvolti nel progetto Income tourism. A seguito della condivisione dei criteri di selezione, verranno selezionati 12 studenti e 6 tutor per ciascuna nazione che parteciperanno alla fase di tirocinio e mobilità per favorire lo scambio di conoscenze ed esperienze. Attualmente sono state identificate 30 soft skill, dieci per ognuna delle tre dimensioni identificate: conceptual/creative, leadership e interpersonal. s.f


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte