EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Concessioni balneari: nessuna infrazione Ue

09/05/2019 12:45
Lo assicura il ministro Centinaio, che promette una mappatura cui seguiranno controlli e sanzioni per colpire “i furbetti che subappaltano”

Gian Marco Centinaio non teme l’infrazione Ue sulle concessioni balneari. Allineato con gli imprenditori, è convinto di riuscire a far accettare la posizione italiana. Ci dice a margine dell’assemblea Federalberghi: “Abbiamo la nostra delegazione in Europa e tutte le settimane chiediamo loro se la Corte di Giustizia europea o la Commissione hanno mosso delle obiezioni alla nostra presa di posizione, che non considera le concessioni balneari servizi, e per questo non rientrerebbero nel perimetro della Bolkestein. A oggi nessuno ci ha detto né che hanno intenzione di procedere con l’infrazione né che, come dice qualcuno, procederanno a luglio”. Le polemiche, scaturite da un’intervista al ministro sul quotidiano La Repubblica, vengono quindi sedate dal ministro stesso. “Stiamo studiando le argomentazioni da portare a Bruxelles e faremo di tutto per evitare l’infrazione. Se poi non sarà possibile, valuteremo la situazione. Per ora, sarà confermata la proroga senza gara”, ha assicurato Centinaio.

Va comunque considerato cha, a tutto questo, seguirà una revisione dei canoni. “In questi giorni presenteremo il decreto attuativo del provvedimento previsto in manovra con gli obiettivi che ci siamo prefissati”. Il ministero è al lavoro per fare una mappatura di tutta la costa italiana, per capire quali sono le spiagge libere e monitorarne l’operato: qualità dei servizi, tutela del territorio, della spiaggia. “Prevediamo un rating per colpire i furbetti, ovvero chi subappalta o non paga le tasse, che saranno penalizzati per il rinnovo tra 15 anni", ha concluso Centinaio. l.s.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us