EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Concessioni balneari: nessuna infrazione Ue

09/05/2019 12:45
Lo assicura il ministro Centinaio, che promette una mappatura cui seguiranno controlli e sanzioni per colpire “i furbetti che subappaltano”

Gian Marco Centinaio non teme l’infrazione Ue sulle concessioni balneari. Allineato con gli imprenditori, è convinto di riuscire a far accettare la posizione italiana. Ci dice a margine dell’assemblea Federalberghi: “Abbiamo la nostra delegazione in Europa e tutte le settimane chiediamo loro se la Corte di Giustizia europea o la Commissione hanno mosso delle obiezioni alla nostra presa di posizione, che non considera le concessioni balneari servizi, e per questo non rientrerebbero nel perimetro della Bolkestein. A oggi nessuno ci ha detto né che hanno intenzione di procedere con l’infrazione né che, come dice qualcuno, procederanno a luglio”. Le polemiche, scaturite da un’intervista al ministro sul quotidiano La Repubblica, vengono quindi sedate dal ministro stesso. “Stiamo studiando le argomentazioni da portare a Bruxelles e faremo di tutto per evitare l’infrazione. Se poi non sarà possibile, valuteremo la situazione. Per ora, sarà confermata la proroga senza gara”, ha assicurato Centinaio.

Va comunque considerato cha, a tutto questo, seguirà una revisione dei canoni. “In questi giorni presenteremo il decreto attuativo del provvedimento previsto in manovra con gli obiettivi che ci siamo prefissati”. Il ministero è al lavoro per fare una mappatura di tutta la costa italiana, per capire quali sono le spiagge libere e monitorarne l’operato: qualità dei servizi, tutela del territorio, della spiaggia. “Prevediamo un rating per colpire i furbetti, ovvero chi subappalta o non paga le tasse, che saranno penalizzati per il rinnovo tra 15 anni", ha concluso Centinaio. l.s.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte