EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Sicilia: i quattro pilastri per la promozione dell’incoming

15/05/2019 11:03
La fidelizzazione del turista, un’adeguata destagionalizzazione, una migliore comunicazione, una proposta di turismo consapevole e responsabile. A parlarne l’assessore Sandro Pappalardo

La fidelizzazione del turista, un’adeguata destagionalizzazione, una migliore comunicazione, una proposta di turismo consapevole e responsabile: sono questi gli assi strategici su cui la Regione Sicilia si basa per catturare l’incoming straniero e a parlarne è Sandro Pappalardo, assessore al Turismo, allo Sport e allo Spettacolo.

Per quanto riguarda la fidelizzazione, l’obiettivo è “incrementare sensibilmente i tempi di permanenza e la percentuale dei turisti che ritornano in Sicilia dopo una prima esperienza – illustra Pappalardo -, e questo può passare unicamente da un miglioramento dei servizi e un’offerta capace di esaudire l’evolvere della richiesta".

Dalla destagionalizzazione può "passare, invece – spiega l’assessore - un concreto sviluppo occupazionale e sociale dei territori, sfruttando a pieno la condizione ambientale eccezionale della Sicilia, visitabile di fatto per l’intero anno”.

Terzo pilastro la comunicazione, "con la promozione presso le fiere, eventi delle ambasciate, una calendarizzazione di appuntamenti di riconosciuto valore nazionale e internazionale”. Per quanto riguarda quest’ultimo punto si tratta di un asset sul quale si è iniziato a lavorare quest’anno, “portando nelle vetrine internazionali i calendari operistici e classici dei nostri principali teatri e il calendario dei grandi eventi”.

Infine un turismo consapevole e responsabile, “capace di attivare sviluppo territoriale e scongiurare il rischio di un’eccessiva usura delle mete turistiche: in questa visione per un turismo dei territori – prosegue Pappalardo - esaltandone i valori e rendendoli protagonisti, si inserisce il progetto dei Treni storici del Gusto, giunto alla sua seconda edizione e che dal prossimo anno diverrà un calendario di appuntamenti stabili offerti a un turista interessato a vivere esperienze multisensoriali e immersive nelle diverse realtà delle comunità rurali e del mare, che si raccontano attraverso il cibo e i suoi produttori, ogni domenica dell’anno, attraverso l’intera Sicilia, secondo un calendario di appuntamenti che segue i tempi naturali delle produzioni”. n.s.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte