EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Il valore della consulenza

11/06/2019 11:42
Iris Bedin, titolare di Iris Viaggi a Legnano, ha capito che il suo lavoro di agente doveva essere remunerato. Così ha deciso di introdurre una tariffa oraria

La consulenza dei professionisti si paga. Anche in caso di agenti di viaggio. Deve averla pensata così Iris Bedin, titolare di Iris Viaggi a Legnano, che ha introdotto un costo orario per sottolineare il valore del suo lavoro quando si tratta di mandare in vacanza i suoi clienti. Tariffe variabili in base alla tipologia di viaggio richiesto. “Il primo grosso dubbio che ho affrontato è stato quello di dare un valore monetario al lavoro, che svolgo con passione, e al servizio, che fornisco dettati dalla mia esperienza e da continui aggiornamenti. Poi ci sono riuscita e mi sono prefissata una consulenza oraria di 15 euro”, ha affermato Bedin.  

E, in base all'esperienza raggiunta finora, Bedin ha notato che per consulenze fornite a clienti, che chiedono delle classiche vacanze estive cui dedica circa 2-3 ore - tra appuntamento con cliente, consulenza personalizzata, ricerca della meta/servizio più adatto alle esigenze, preparazione del preventivo ed eventuali modifiche -, applica una quota di 30-40 euro totali. “Mentre in caso di viaggi su misura e viaggi di nozze, che richiedono una consulenza più personalizzata e più oculata, gli importi applicati sono di 90 euro a persona”.

E sono importi che incidono mediamente l’1% sul totale di un viaggio acquistato e “il cliente non si lamenta di questo, anzi, riconosce la consulenza, l'amore per questo lavoro ma soprattutto l'interesse per le sue esigenze”, ha sottolineato Bedin, che sostiene di non aver mai perso una pratica a causa di questi costi “accessori, “perché i clienti riconoscono la competenza e professionalità e il fatto di non proporre servizi/prodotti standardizzati”.

La metodologia adottata prevede la calendarizzazione degli appuntamenti in ufficio con le persone che hanno fatto richiesta di un preventivo, “un modo per scremare i viaggiatori che si vogliono affidare alla competenza di un consulente di viaggio rispetto a quelli che cercano solo informazioni o consigli per poi provare col fai-da-te”, ha concluso Bedin. s.p.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte