EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Thai Smile Airways in Star Alliance come connecting partner

11/06/2019 09:37
Il vettore aggiungerà 11 nuove destinazioni alla rete di collegamenti dell'alleanza, che comprende già oltre 1.300 aeroporti in 194 Paesi

Star Alliance ha annunciato che Thai Smile Airways sarà il prossimo connecting partner a far parte del proprio network globale. Il Chief Executive Board di Star Alliance, che si è riunito in occasione del 75° Iata Annual General Meeting svoltosi a Seoul, ha approvato la richiesta da parte del vettore di entrare a far parte dell’alleanza in qualità di connecting partner.

Il modello Connecting Partner è stato istituito da Star Alliance a giugno 2016 per completare le modalità di adesione all’alleanza. Per diventare membro a tutti gli effetti di Star Alliance è, infatti, necessario avere rapporti commerciali con tutti gli altri vettori membri. Ai Connecting Partner, più regionali, sono solo richieste relazioni commerciali con un minimo di 3 vettori.

Ai passeggeri il cui itinerario prevede un trasferimento tra una compagnia aerea membra di Star Alliance e un connecting partner saranno offerti i vantaggi standard dell’alleanza, come il through check-in per passeggeri e bagagli. Inoltre, i clienti che hanno conseguito lo status Star Alliance Gold nell’ambito del programma frequent flyer godranno dei vantaggi dei clienti premium.

Una volta soddisfatti tutti i requisiti di ammissione - processo che dovrebbe completarsi entro la fine dell'anno - Thai Smile Airways diventerà il secondo connecting partner, dopo Juneyao Airlines che è entrata nel 2017.

I connecting partner consentono a Star Alliance di coprire con maggiore efficacia il network a livello regionale. Thai Smile Airways aggiungerà 11 nuove destinazioni alla rete di collegamenti di Star Alliance, che comprende già oltre 1.300 aeroporti in 194 Paesi.

La compagnia aerea con sede a Bangkok ha iniziato a implementare le connessioni tecnologiche e commerciali necessarie, che permetteranno a Thai Smile di cominciare a servire i passeggeri Star Alliance in transito, a partire dal 2020. Da quel momento il vettore offrirà ai passeggeri con status Star Alliance Gold che viaggiano su itinerari in connessione, i privilegi a questi riconosciuti, fra cui il check-in prioritario, l'accesso alla lounge Thai Smile e la consegna prioritaria del bagaglio. 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte