EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Gattinoni cresce e pensa a nuovi investimenti

12/06/2019 13:05
Il gruppo chiude il 2018 con un fatturato pari a 286 milioni di euro (+16%) frutto di importanti operazioni. Che secondo il presidente proseguiranno anche nel 2019

"Un risultato soddisfacente, in linea con le aspettative e con il nostro piano quinquennale. A dimostrazione che la nostra azienda è sana e che crescerà ulteriormente anche quest’anno grazie anche ai forti investimenti che abbiamo fatto, come l’acquisizione di Marsupio, e che andremo a fare da qui entro fine anno”.

È il commento a caldo di Franco Gattinoni, presidente del gruppo, durante la presentazione dei dati di bilancio 2018, che vedono la società raggiungere un fatturato pari a 286 milioni di euro, con un +16% rispetto all’anno precedente, chiuso a 246,5 milioni. A livello di divisioni, il business travel ha generato 132 milioni di euro (46%), il segmento leisure, invece, 110,5 milioni di euro, mentre il Mice con un 15% ha prodotto 43,5 milioni di euro. Il valore dei contratti commerciali è stato pari a 815 milioni di euro, con un incremento dell'8% sul 2017. In termini di redditività, invece, l’Ebitda è passato da 3,5 milioni di euro del 2017 a 6 milioni di euro nel 2018 (+72%).

“Archiviamo anche i primi quattro mesi di quest’anno con numeri importanti sia sul segmento turismo che per il business travel e il Mice, che sta crescendo al ritmo del 30%. E questo nonostante il rallentamento che abbiamo riscontrato nel mese di maggio, fisiologico dopo i grandi numeri dei ponti di aprile. Le nostre previsioni ci portano a ipotizzare una chiusura del 2019 a 320 milioni di euro, mentre il valore dei contratti commerciali arriverà a sfiorare i 900 milioni di euro”, ha precisato Gattinoni.

“Sono cifre figlie delle diverse attività concentrate sulle varie business unit, che vede impegnate persone dedicate – ha sottolineato Sergio Testi, direttore generale Gattinoni Travel Network. Siamo sempre più focalizzati sul cliente, principalmente target giovane. Un mercato nuovo per noi, che vogliamo coinvolgere attraverso maggiori investimenti e sviluppo di strumenti tecnologici. Perché i giovani accettino di andare in agenzia una volta passati dal web”. Obiettivi di nuovi investimenti che vedranno coinvolgere risorse anche nel segmento distributivo, perché il gruppo, archiviata la recente acquisizione di Marsupio, punta a incrementare anche il numero delle agenzie e non smentisce eventuali nuove operazioni di mercato entro l’anno. s.p.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte