EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Sicilia: operazione a tre FlixBus, Ibla Tour e Fratelli Patti Autolinee

13/06/2019 17:52
Nascono nuove opportunità a livello di turismo incoming, soprattutto in quei territori che negli ultimi anni, complice il gap infrastrutturale, hanno registrato un calo nelle presenze

FlixBus unisce le forze con Ibla Tour e Fratelli Patti Autolinee, storici operatori siciliani del trasporto su gomma, per rendere ancora più capillare la sua rete in Sicilia e creare nuove opportunità a livello di turismo incoming, soprattutto in quei territori che negli ultimi anni, complice il gap infrastrutturale, hanno registrato un calo nelle presenze.

I dati diffusi a dicembre dalla Regione Sicilia evidenziano una diminuzione costante, tra il 2015 e il 2017, sia delle presenze sia degli arrivi nell’Agrigentino, nonostante la forte attrattività del suo patrimonio culturale. Responsabile di tale decremento pare essere soprattutto la scarsa accessibilità del territorio, di volta in volta ritenuta responsabile di cali analoghi anche in altre aree dell’Isola.

Da oggi, grazie all’accordo siglato fra i tre operatori, l’Agrigentino e la Sicilia si arricchiscono di nuove connessioni, e sale a 34 il numero delle città siciliane collegate dalla rete internazionale di FlixBus, che con 350.000 connessioni giornaliere verso oltre 2.000 città in 29 Paesi. Uno sviluppo di cui beneficeranno tanto i siciliani, che vedranno incrementate le soluzioni a disposizione per spostarsi in Italia e in Europa, e il territorio stesso, che potrà trarre vantaggio da nuovi flussi turistici, con ricadute positive anche per l’economia locale.

Le novità derivanti dalla collaborazione riguarderanno soprattutto i collegamenti con Roma, a vantaggio dei tanti fuorisede siciliani che studiano o lavorano nella Capitale, ma anche di chi, partendo dalla Sicilia, desidera raggiungere destinazioni europee di richiamo come Parigi, Zurigo, Francoforte sul Meno, Monaco di Baviera con un solo biglietto e un solo cambio alla stazione di Tiburtina.

Per quanto riguarda la Sicilia occidentale, innanzitutto, si segnala la partenza dei primi collegamenti FlixBus da Mazara del Vallo e Castelvetrano verso Roma: con questa novità, la società si consolida nel Trapanese, dove è approdata pochi mesi fa integrando Trapani, Alcamo e Marsala nella propria rete internazionale.

In Sicilia Centrale raddoppiano le corse in partenza da Agrigento, Canicattì, Caltanissetta ed Enna per Roma, e fanno il loro ingresso nella rete FlixBus Gela, Sciacca e Licata, anch’esse collegate senza cambi con la Capitale. Da Gela e Licata si potranno raggiungere inoltre anche Villa San Giovanni, hub della rete FlixBus in Calabria da cui ripartire verso oltre 60 città, Battipaglia e Frosinone.

Anche in Sicilia orientale sono diversi gli sviluppi derivanti dalla partnership tra FlixBus e i due operatori storici della mobilità: nel Catanese, al capoluogo di provincia, collegato con Roma anche in notturna, si aggiungono alle città dalla rete FlixBus Acireale e Caltagirone, anch’esse collegate con la Capitale (oltre che con Villa San Giovanni, Battipaglia e Frosinone) da mercoledì a domenica.

Potenziamenti rilevanti anche per quanto riguarda Messina, che arriva a beneficiare di fino a cinque collegamenti al giorno con Roma.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte