EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alitalia: Lufthansa torna alla carica, ma nulla di nuovo all'orizzonte

26/06/2019 09:58
La partita resta aperta. I nomi dei giocatori sono sempre quelli, Lotito e Riccardo Toto che incontrano Fs e poi Atlantia, ipotesi che resta sempre aperta nel governo

Riflettori sempre accesi sulla partita Alitalia. I nomi dei giocatori che ricorrono sono sempre gli stessi. Claudio Lotito, che, secondo quanto si legge su Il Sole-24 Ore, avrebbe dettato le sue condizioni nei colloqui preliminari. Dopo avere presentato la manifestazione d’interesse, il proprietario della Lazio, contattato dall’advisor Mediobanca, ha vissuto il suo primo incontro con Fs e consulenti. Secondo fonti finanziarie, però, non si riesce a comprendere se abbia delle possibilità di prendere parte all'operazione. Dal canto suo Lotito deve fornire delle risposte in merito alla struttura finanziaria e al finanziamento dell’operazione.

L'altro nome che ricorre in questa partita è quello di Lufthansa. Come si legge sulla fonte il vettore tedesco sembra essere tornato alla carica, rilanciando il suo progetto industriale. Infatti, la parte tedesca non ha abbandonato i contatti con esponenti del governo italiano, (leggasi Lega). Il progetto tedesco è quello annunciato tempo fa e prevede tagli e ridimensionamenti a partire dalla flotta di Az, portandola a 74 aerei, da 117, mentre il piano Fs-Delta ridurrebbe la flotta a circa 100 aerei. Inoltre, Lh prenderebbe solo la parte Aviation, non l'handling e la manutenzione. Il che potrebbe tradursi in potenziali ulteriori esuberi, che andrebbero a sommarsi ai 3mila già ipotizzati da un componente del cda tedesco, Harry Hohmeister, il quale, mesi fa, parlò di "circa 3.000 esuberi" in Alitalia. Il tutto potrebbe quindi arrivare a un totale di 5.000 tagli. Dal canto suo, ricorda la fonte, Lufthansa non ha mai presentato un’offerta ai commissari per Alitalia.

Certamente il piano Lufthansa non può essere molto gradito ai sindacati, che lo leggono come un dimezzamento della compagnia, ma non sono felici nemmeno del piano Fs-Delta, con 2.000-2.500 esuberi. 

Possibili soci in arrivo? Sembra difficile, sottolinea il quotidiano. Ricordiamoci che è stata rinviata al 15 luglio la data per l’offerta di Fs cui è stato chiesto di interpellare anche gli ultimi gruppi interessati. Una chance in più per Riccardo Toto, che avrebbe avuto un secondo incontro con Fs lo scorso 14 giugno. Inoltre, nei giorni scorsi, Toto ha avuto contatti con Atlantia per vagliare la possibilità di unirsi, ma è stato un nulla di fatto.

Quello di un ingresso di Atlantia in Alitalia è un discorso che resta sempre aperto nel governo. E' quanto sostengono fonti a seguito del vertice notturno su Autostrade, che si è tenuto a Palazzo Chigi. Vedremo cosa accadrà. 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte