EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alitalia, ora servono i nomi per i vertici

19/07/2019 14:40
Partito il tavolo di confronto tra Ferrovie dello Stato e Atlantia, per definire il piano industriale della nuova Alitalia e le nomine del nuovo assetto societario

"Fatta la nuova Alitalia" ora servono le persone a guidarla e nella giornata di ieri è così partito ufficialmente il tavolo di confronto tra Ferrovie dello Stato e Atlantia, per definire il piano industriale e nominare vertici e governo societario. Secondo quanto riportato dal Sole 24 ore, la famiglia Benetton della holding Atlantia, ha dichiarato che il piano industriale dovrebbe "cambiare profondamente" rispetto a quello preparato da Fs e Delta.

“Per Atlantia il piano è troppo a favore di Delta e di Air France-Klm (di cui Delta ha il 9%, per un valore di 408 milioni di dollari nel bilancio 2018, quasi il quadruplo dei 100 milioni di euro che Delta dovrebbe iniettare nella Nuova Alitalia). I manager di Atlantia dovranno discutere anche con Delta le richieste di avere più voli verso Nord America e Asia per sviluppare i ricavi. Altro tema sarà il miglioramento dell’efficienza dell’handling di Fiumicino, Atlantia vorrebbe più tagli. Alcune fonti dicono che parte dell’handling potrebbe essere trasferito ad Aeroporti di Roma, controllata da Atlantia.

La nomina del nuovo amministratore delegato di Alitalia è stata affidata alla società di cacciatori di teste Egon Zehnder, mentre sempre il Sole 24 Ore ha fatto riferimento ad alcuni nomi tra i papabili: Fabio Lazzerini, direttore commerciale di Alitalia, Stefano Paleari, commissario di Alitalia, Ugo de Carolis, a.d. di Aeroporti di Roma, Roberto Scaramella, partner di Oliver Wyman che ha competenze in aviazione, sta seguendo il lavoro di Fs come advisor industriale, ex a.d. di Meridiana. Resta ancora incerta la carica di presidente di Alitalia.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte