EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Centro-Sud: l'aumento delle presenze turistiche fa bene al mercato immobiliare

22/08/2019 16:28
Novità emersa negli ultimi mesi è il ricorso al mutuo per l’acquisto della casa vacanza, fa presente il Gruppo Tecnocasa, che ha analizzato alcune regioni in particolare

L’Italia è una meta molto amata per le vacanze da parte di turisti stranieri che sempre più spesso sono interessati anche al mercato immobiliare. L’aumento delle presenze turistiche in Italia ha fatto aumentare le richieste di immobili in affitto e di conseguenza questo ha stimolato gli investitori che sempre più si orientano verso l’offerta di affitti brevi.

Una novità emersa negli ultimi mesi è il ricorso al mutuo per l’acquisto della casa vacanza, fa presente il Gruppo Tecnocasa in una nota, che si è soffermato su alcune regioni in particolare. 

Guardando al Lazio, le località di mare hanno registrato una contrazione del 2,7%. La provincia di Latina mette a segno una contrazione dei valori del 2,5% mentre la provincia di Roma fa -2,2%. Il mercato immobiliare di Gaeta segnala stabilità dei valori, ma la domanda è vivace e l’interesse in aumento visto che numerosi interventi sono in corso sulla cittadina al fine di migliorarla così come si organizzano numerosi eventi per attirare turisti durante l’anno. Questo ha comportato anche un maggior interesse da parte di investitori che acquistano con la sola finalità di mettere a reddito l’immobile per brevi periodi. Infatti, non solo si realizzano affitti turistici, concentrati soprattutto nel periodo estivo, ma anche affitti transitori per chi si ferma in città per brevi periodi lavorativi. In tal caso si cercano piccoli tagli (monolocali e bilocali) oppure palazzine da trasformare in b&b.
La maggior parte degli acquirenti proviene dalle province di Napoli e Caserta, a seguire ci sono residenti nel Frusinate e nella provincia di Roma e poi coloro che arrivano dalle altre parti d’Italia.

Le località sulla costa marchigiana registrano una contrazione dei prezzi dello 0,6%. La costa della provincia di Ascoli Piceno segnala una lieve ripresa dei valori (+0,6%). In ribasso la costa pesarese (-3,7%). Il mercato immobiliare a Porto d’Ascoli registra quotazioni stabili. La domanda di casa vacanza si orienta su trilocali da 50-60 mq. Non ci sono nuove costruzioni, ma si sta procedendo alla riqualificazione dell’ex Hotel Persico, situato in viale Rinascimento e che sarà trasformato con appartamenti di lusso. Si registra una prevalenza di richieste di casa vacanza, ma c’è anche una percentuale acquistata per essere messa a reddito. Ad acquistare sono persone residenti nelle regioni limitrofe e dell’entroterra abruzzese e marchigiano. 

In Abruzzo i valori immobiliari delle località turistiche si sono ridotte del 3,5%. Le località della provincia di Chieti hanno subito un ribasso dei valori del 3,8%, quelle della provincia di Teramo del 3,6% e della provincia di Pescara del 3,4%.
Alba Adriatica registra valori stabili in centro e in lieve diminuzione in periferia dove sono meno presenti le spiagge a causa del fenomeno erosivo. La domanda di casa vacanza è vivace, vede protagoniste famiglie residenti in Abruzzo, Lazio e, negli ultimi tempi, anche in Umbria in seguito ai migliorati collegamenti stradali. 

Le località di mare della costa molisana hanno chiuso il secondo semestre del 2018 con un ribasso del 2,5%. A Campomarino il mercato della casa vacanza registra abbondante offerta sul territorio dovuta a seconde case non utilizzate o ad eredità dismesse. Questo ha fatto si che, nonostante una buona domanda, i prezzi restassero invariati. La casa vacanza è acquistata da coppie giovani oppure pensionati che decidono di tornare a vivere nei luoghi natali. Negli ultimi tempi, grazie a prezzi più accessibili,  acquistano anche persone residenti a Termoli.  Si cercano appartamenti ma anche villette a schiera. 

Le località turistiche della Campania, nella seconda parte del 2018, hanno messo a segno una contrazione dei valori dello 0,3%. +1,5% l’incremento dei valori dei comuni della provincia di Napoli e -0,6% la diminuzione in provincia di Salerno. Quotazioni sostanzialmente stabili ad Amalfi e a Positano nella seconda parte del 2018. Si tratta di un mercato immobiliare molto dinamico, sempre più caratterizzato dalla richiesta di immobili da destinare a b&b e casa vacanza. Anche quest’anno infatti sono state avviate numerose nuove attività dedicate agli affitti brevi. Si tratta di un fenomeno importante che se da un lato potenzia la capacità ricettiva dedicata ai turisti, dall’altro penalizza i residenti che non riescono più a trovare abitazioni sul mercato degli affitti classici. Amalfi e Positano evidenziano un costante aumento del numero di presenze turistiche, si tratta di persone in arrivo da tutto il mondo ed in particolare dal Nord America e dal Nord Europa.
Sono il lieve calo le quotazioni immobiliari di Vietri sul Mare nella seconda parte del 2018. Si registra inoltre un aumento di acquirenti in arrivo da Avellino grazie agli ottimi collegamenti autostradali. Da segnalare una massiccia presenza di b&b e di case vacanza: negli ultimi anni infatti in molti hanno deciso di investire in questo tipo di attività. 

Nella seconda parte del 2018 i valori immobiliari delle località turistiche in Puglia sono stabili. Performa bene Ostuni con un aumento dei prezzi del 5% mentre è in leggera sofferenza il Salento (-1,6%). Il mercato immobiliare della seconda casa a Monopoli è dinamico e vede protagonisti sia acquirenti di casa vacanza sia investitori. Il centro storico è stato riqualificato negli ultimi anni e, per questo motivo, è di interesse soprattutto per chi desidera realizzare casa vacanza e strutture ricettive (della provincia di Bari e non alcuni stranieri). Si trovano, infatti, case ante 67 o degli anni ’40, palazzine o cielo terra. E’ importante che ci sia anche uno sfogo esterno o almeno la vista mare, per chi vuole fare una struttura turistica ricettiva è fondamentale la disposizione degli spazi interni. Il mercato della casa vacanza a Ostuni è orientato sulle abitazioni situate in campagna (dove ci sono trulli, masserie e lamie), nel caratteristico centro storico e nella fascia mare. A Gallipoli i valori immobiliari sono stabili. La domanda di seconda casa è sempre alta in particolare sui bilocali, ricercati sia per realizzare la casa vacanza sia acquisti ad uso investimento destinati poi all’affitto turistico. 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte