EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Thailandia, fauna selvatica e cura degli animali sotto i riflettori

20/08/2019 09:39
Tutela di oceani, elefanti e uccelli esotici, ma anche di cani e gatti per stimolare la consapevolezza pubblica e dei visitatori

La conservazione della fauna selvatica e la cura degli animali sta diventando sempre più importante poiché la crescente popolazione globale assorbe più risorse e sfrutta più terra. In Thailandia, organizzazioni indipendenti e governative hanno fatto passi da gigante per migliorare la situazione. Una priorità è preservare la copertura forestale rimanente e riportare alcune aree sviluppate in modo anomalo al proprio stato originale.

Circa tremila maestosi elefanti selvatici vivono in santuari e parchi nazionali in diverse aree del Paese e la loro popolazione è in aumento. In Thailandia è in atto un processo di rinnovata attenzione sugli elefanti. Per contrastare il bracconaggio, il governo pianifica un database delle informazioni genetiche di ogni elefante addomesticato, che dovrebbe impedire ai bracconieri di catturare gruppi selvatici per rivendicarli come progenie di elefanti domestici. Il governo sta anche esaminando i campi di elefanti per valutare la liceità dei trattamenti a cui i pachidermi sono sottoposti.

Il Thai Elephant Conservation Centre (Tecc) si prende cura degli elefanti in un’area boscosa a sud di Chiang Mai dal 1993. Il concetto di conservazione è la chiave del suo lavoro e Tecc gestisce sia un ospedale per elefanti in loco che una clinica mobile. Ha un eccellente programma di allevamento naturale e condivide sul suo sito le conoscenze acquisite e la vasta biblioteca ospitata presso il National Elephant Institute of Thailand.

Il Phang Nga Elephant Park, un eco-business a conduzione familiare a nord di Phuket, offre un’esperienza unica ai visitatori. Gli elefanti sono trattati con rispetto: niente balli e numeri da circo. L’obiettivo è la consapevolezza pubblica. Attraverso l’interazione uomo-elefante, le persone imparano a rispettare e praticare il turismo responsabile.

La Wildlife Friends Foundation Thailand (Wfft) è stata fondata nel 2001 per aiutare tutti gli animali in cattività anche con la reintroduzione in natura, quando possibile.

La Bird Conservation Society of Thailand fondata nel 1953 è forse la più antica ong di conservazione del Paese. Organizza gite e progetti legati alla conservazione di uccelli e di aree protette per uccelli.

La Soi Dog Foundation è nata a Phuket nel 2003 per aiutare i cani e i gatti di strada. Promuove inoltre il riconoscimento del diritto al benessere degli animali in tutta l’Asia. Il lavoro include il salvataggio, il ricovero, le cure mediche e la vaccinazione dei randagi trovando loro casa e procedendo a interventi di sterilizzazione.

La relazione della Thailandia con il mare rende la protezione degli oceani di primaria importanza. L’Onu riferisce che due terzi dell’ambiente marino globale sono stati significativamente modificati dagli umani. Gli sforzi per porre rimedio a questa situazione in Thailandia includono la riduzione dei rifiuti di plastica e la conservazione dei coralli, la pulizia della spazzatura, il controllo delle specie invasive e il coinvolgimento dei turisti in attività di preservazione dell’ambiente naturale.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte