EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

I nuovi volti dell’abusivismo: i blogger che vendono viaggi

03/09/2019 12:13
Si fanno strada su piattaforme diverse e chiedono consulenze dai 500 euro. E in più assicurano: “Non organizziamo viaggi combinati”


Il fenomeno dell’abusivismo assume nuovi volti: quello della proliferazione di siti web creati da blogger con l'idea di vendere "viaggi economici". Il fatto che allarma di più gli agenti di viaggio è i blogger fanno pagare circa 500 euro o più per la consulenza ai clienti, quando gli adv non ricevono alcun compenso per questo.

Succede in Spagna, come hanno dichiarato alcuni agenti a preferente.com, mostrando il loro sdegno per questa pratica. I professionisti consultati denunciano alcuni siti web creati da blogger o "instagramer" sui quali si vendono viaggi di gruppo long haul e per essi chiedono una consulenza a partire da 500 euro a persona.
Una pratica che potrebbe presto arrivare anche in Italia, dove blogger e instagramer operano già a livello commerciale.

I blogger offrono viaggi "economici" nei Caraibi o in Asia e sostengono che non intendono essere agenti di viaggio, poiché il loro compito è solo quello di consigliare i viaggiatori fornendo loro collegamenti a voli e hotel economici e chiarendo, dunque, che non organizzano viaggi combinati.

Tuttavia, sui siti web dei blogger si suggerisce di contattarli per la vendita di viaggi anziché andare in un'agenzia. “Prima di intraprendere il nostro fantastico viaggio, abbiamo chiesto a un'agenzia di viaggi un preventivo di 10 giorni in Thailandia. Ci hanno fatto pagare € 1.900 e il percorso era un vero disastro", afferma uno dei siti web in questione.

Affermazioni che sono denunciate dai professionisti del settore che dichiarano di offrire viaggi a quegli stessi prezzi e con le garanzie che solo un'agenzia di viaggi può offrire in caso di qualsiasi evenienza.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us