EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Lungo raggio e giusto mix di segmenti le scelte di Alitalia

10/10/2019 09:18
Il punto di Fabio Lazzerini, chief business officer, nel giorno in cui Lufthansa dichiara il suo interesse per una partnership commerciale

“Non posso dire che Alitalia stia in eccellenti condizioni di salute, ma i pillar del piano strategico 2019-20 sono stati mantenuti, con un focus sulle destinazioni ad alto potenziale a lungo raggio, con la catchment area di Milano, l’incremento dei ricavi ad alto valore, una digital innovation e partnership commerciali”. A parlare è Fabio Lazzerini, chief business officer di Alitalia, proprio nel giorno in cui (ieri, ndr) Lufthansa ha mostrato il suo interesse per un rapporto di partnership commerciale al posto di Delta.

“Dal bilanciamento dei due segmenti bt e leisure – ha spiegato Lazzerini - deriva la possibilità di crescere. Da quella decisione facciamo conseguire lo sviluppo del prodotto, puntando anche su un forte investimento digitale e focalizzando l’attenzione sul lungo raggio”.

Una scelta giustificata dai risultati che vedono una crescita dei numeri sul Nord America, dove il vettore ha deciso di investire con una rotta su San Francisco (inizialmente tre frequenze settimanali), a cui si aggiunge la focalizzazione sulla Roma-Washington per l’inverno e il riposizionamento del prodotto Giappone con lo spostamento sull’aeroporto cittadino di Haneda.

Altro focus è l’Oceano Indiano con la Milano-Male dal 21 novembre con 2 frequenze a settimana; la Roma-Male dal 29 ottobre con 4 frequenze che a Natale diventano 6; Roma-Mauritius dal 2 ottobre con tre frequenze e Roma-L’Avana con due frequenze. Linate ha 21 voli al giorno; Bergamo 3 voli al giorno e Malpensa 4 voli al giorno.

E mentre la compagnia sta sperimentando una nuova configurazione della classe Confort, ed è stato rivisto il pricing, da fine ottobre si annuncia l’apertura di Colonia e Stoccarda, più voli per Duesseldorf (12 frequenze a settimana) e in aeroporto ci sarà una nuova lounge Casa Alitalia a Linate. Poi, dopo London City, il servizio shuttle viene esteso anche a Parigi Cdg e Orly per volare direttamente dal centro di Milano al centro del business. Intanto si rafforza il legame con la cruise company e i ricavi aumentano del 29,5%. Con i t.o. +12% sul lungo raggio, +22 di medio e +5% sul nazionale e un +3% per le revenue charter.

Da segnalare, infine, una nuova strategia di segmentazione del pricing, un pilot che sarà esteso, con una struttura composta da tre brand tariffari sempre disponibili. l.d.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte