EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Il Sudafrica spinge sul mercato dell’Europa meridionale

10/10/2019 11:51
L'obiettivo è di ampliare il prodotto commercializzato per consentire una miglior distribuzione del turismo nelle diverse province sudafricane

L'obiettivo è presidiare sempre più il mercato dell'Europa Meridionale, ampliando il prodotto commercializzato, "per consentire una miglior distribuzione del turismo nelle diverse province sudafricane”. E' quanto ha dichiarato Hloni Pitso, direttore generale Sat South Europe, di stanza a Parigi e responsabile di Francia, Italia, Spagna e Portogallo. 

"L’Europa meridionale è un mercato chiave per il Sudafrica e l’Italia con continuità si è sempre distinta per la crescita organica”. Secondo le più recenti statistiche, il nostro Paese, che ha chiuso il 2018 con un +4,5%, ha iniziato positivamente anche il 2019, segnando un +4,9% nel periodo gennaio-giugno.

"Vogliamo spingere la promozione di tutte le nove province, con la loro ricchezza in termini di prodotti e servizi, dai rinomati  brand internazionali a quelli emergenti, assicurando così al consumatore un’esperienza completa della destinazione, da scoprire come veri e propri local".

Tra le novità, l’ente punta alle cosiddette “hidden gems”: prodotti poco conosciuti – come hotel, ristoranti, gallerie d’arte, boutique e altre piccole realtà locali – in grado di fornire, al tempo stesso, esperienze uniche. Spesso questi “tesori nascosti” si trovano nelle province meno note, lontano dai grandi centri turistici.

Per la promozione di questi prodotti la strategia dell'ente prevede un approccio integrato, che parta dalla sperimentazione diretta di itinerari meno convenzionali per il trade e i media, all’interno di un intenso programma di educational, per poi passare a programmi di co-marketing sviluppati in collaborazione con i maggiori operatori sino alle campagne adv e social che consentono di creare interesse e richiesta da parte dei viaggiatori.

Più in generale, l’ente del turismo concentrerà i suoi sforzi al fine di riposizionare la destinazione come una meta accessibile economicamente.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte