EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Borsa Mula, chiusa la seconda edizione

15/10/2019 10:29
La cittadina ospitante è stata Cingoli, nelle Marche. Le altre regioni che hanno animato la kermesse dedicata al trade sono Umbria, Lazio e Abruzzo

Chiusa la seconda edizione della Borsa del turismo del Centro Italia M.U.L.A. Sono state ancora le Marche ad ospitare la seconda edizione della Borsa Mula, nata lo scorso anno per sensibilizzare i mercati, ma anche per attirare le attenzioni delle istituzioni su alcune destinazioni del Centro Italia ancora ferite dal terremoto.

Ci racconta Luigi Settembretti, presidente di Inside Marche, che la scelta delle Marche per questa seconda edizione – la prima si era svolta a San Benedetto del Tronto - è stata quasi obbligata per l'indisponibilità delle altre regioni. “L'Umbria è sotto campagna elettorale, l'Abruzzo ha avuto un cambio di giunta da sinistra a destra e nel Lazio, Lorenza Bonaccorsi ha lasciato la regione per entrare nella squadra di governo come sottosegretario di Stato al ministero dei Beni e attività culturali. Siamo ovviamente orgogliosi come regione Marche di ospitare per la seconda volta la Borsa del Turismo del Centro Italia e mostrare la città di Cingoli, inserita nell'elenco dei Borghi più belli d'Italia, definita il balcone delle Marche per la sua terrazza panoramica e far conoscere per quanto sia possibile in poco più di due giorni il suo territorio circostante. Abbiamo ospitato un gruppo di 57 persone tra tour operator, stampa e blogger che incontreranno 150 sellers locali. Tra i tour operators ce ne sono 8 che provengono dall'estero, precisamente da Lettonia, Svezia, Olanda, Germania e Uk. Puntiamo anche ad incrementare il turismo dall'estero che è già presente nelle località più conosciute delle Marche”.

Dello stesso avviso il sindaco di Cingoli, Michele Vittori, 33 anni ed eletto a maggio, che ha sottolineato come l'evento sia stato vissuto positivamente da tutta la popolazione da quando è stato reso noto che la cittadina di Cingoli avrebbe ospitato la seconda edizione della Borsa Mula. “Sono particolarmente orgoglioso di aver aderito alla richiesta di ospitare i lavori, con la collaborazione di hotel, cantine, frantoi, fattorie, della scuola alberghiera di Cingoli e di Varnelli, l'anice marchigiano esportato in Italia e anche all'estero. Da questa Borsa abbiamo delle aspettative perché tutto il territorio del Centro Italia ferito dagli eventi del 2016 ha bisogno di rilancio. Faccio un appello perché si parli delle nostre città, della nostra operosità, dei nostri sforzi. Cingoli è stata colpita, ma non ci sono macerie per le strade e anche i palazzi inagibili sono stati cinturati, rinforzati e messi in sicurezza, evitando antiestetiche palizzate o sostegni. E' stato uno sforzo economico, ma abbiamo preferito agire in fretta. Rispetto ad altri paesi che hanno subito danni maggiori noi siamo stati fortunati perché non abbiamo avuto vittime, ma il lavoro da fare è ancora tanto, soprattutto per convincere i turisti ad arrivare numerosi nelle nostre cittadine, anche nelle stagioni di spalla. Arte – la pala di Lorenzo Lotto conservata nel palazzo del municipio è un forte richiamo -, buon cibo, ottimi vini, tranquillità sono le numerose peculiarità che Cingoli è in grado di offrire così come tutta la regione Marche e le altre località del Centro Italia che sono ancora in sofferenza per i danni del terremoto. Noi abbiamo bisogno di rilancio e ci meritiamo che si parli di noi, che si apprezzi tutto quello che stiamo facendo per tornare a quella normalità che amiamo noi e che ci piacerebbe fosse apprezzata anche dai nostri ospiti”. a.to.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte