EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Maldive al +38%: il nuovo trend è il soggiorno in guest house

17/10/2019 08:54
Il boom grazie soprattutto ai validi collegamenti. Per il prossimo anno l’Ente del Turismo punta su Mice, sport e cultura

“105mila italiani sono arrivati alle Maldive nel 2018, ma nei primi 8 mesi del 2019 siamo passati dal terzo posto in Europa al primo posto, segnando il +38% sull’anno precedente, chiuderemo quindi presumibilmente a 130mila pax quest’anno”.

Massimo Loquenzi, general manager di Master Consulting, l'agenzia di pr che, in Italia, rappresenta l'Ufficio del turismo delle Maldive, ci spiega a margine del workshop organizzato a Roma all’Hotel Parco Dei Principi l’andamento delle destinazione che vive una nuova stagione grazie soprattutto ai collegamenti. Ci sono ora voli diretti Alitalia da Roma e da Milano, quello Neos, storico, e il 29 di ottobre parte Air Italy con tre voli da Malpensa e Qatar Airways, presente al workshop. Agli agenti di viaggio Donatella Marcocci, senior sales executive, ha infatti illustrato i collegamenti verso la destinazione al top delle frequenze con voli da Roma, Milano, Pisa e Venezia su Malè.

L’andamento positivo vede le Maldive aprirsi ancora di più al turismo, con un nuovo aeroporto che sarà inaugurato tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo, e con nuovi target di mercato. “I resort vanno molto bene, ogni mese ne apre uno, e siamo a oltre i 10mila posti letto nelle guest house, un fenomeno consolidato che vede un nuovo turismo verso le Maldive, a prezzi abbordabili per vivere esperienze più vicine alla popolazione locale”, ci spiega Loquenzi. “Ovviamente, essendo strutture semplici in isole di pescatori di religione islamica bisogna essere rispettosi, scegliere le bikini beach, rinunciare all’alcol, ma il lato positivo è che questi investimenti giungono direttamente all’economia locale”. Il presidente Mohamed Nasheed aveva infatti cercato questo tipo di sviluppo dell’economia coadiuvandola con un trasporto locale tra le isole, che sta dando i risultati sperati.

Per il prossimo anno le Maldive puntano ad aprirsi di più con il trade italiano, che spesso conosce il singolo villaggio ma non conosce il Paese. “La scommessa della promozione e della formazione si declina attraverso tre pillar fondamentali su quali si muove l’Ente del turismo: il Mice che tradotto per il mercato italiano significa soprattutto incentive, lo sport perché le Maldive, molti non lo sanno, ma sono una importante destinazione per il surf, e poi la cultura che è antichissima e poco nota”.

Allo stesso tempo il governo impegnerà molti dei suoi investimenti per il turismo a livello infrastrutturale. “Le preoccupazioni più grandi sono per il cambiamento climatico: le Maldive guardano con grande attenzione all’innalzamento delle acque che rischia di farle sparire dal pianeta”, conclude Loquenzi. l.s.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte