EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alitalia: aumentano gli shuttle, nel mirino due o tre città europee

19/11/2019 09:50
Lazzerini si dice soddisfatto dei risultati ottenuti dalla strategia tariffaria - di Lara Morano

L’inaugurazione della  Lounge Casa Alitalia all’aeroporto di Linate è stata anche l’occasione per annunciare importanti novità per la compagnia aerea, che tra pochi giorni presenterà le nuove offerte. Roma Fiumicino e Catania saranno i due nuovi punti d’investimento per aumentare gli shuttle, che già funzionano su Londra e Parigi. "Roma e Catania  vanno bene come profilo di business - spiega il chief business officer di Alitalia Fabio Lazzerini -, e ci sono anche altre due o tre città europee su cui stiamo pensando di farlo, anche se è un po’ prematuro dirlo, dove dovremmo aumentare le frequenze. Potrebbe essere Bruxelles, come anche Madrid: quelle tipiche destinazioni con un traffico prevalentemente corporate che giustifichi il fatto di poter andare e tornare in giornata, anticipare o posticipare un appuntamento”.

Il manager non punta alla quantità, ma alle reali condizioni di utilizzo del servizio e aggiunge: “Non ci sono tantissime  destinazioni che consentono di operare in tal senso, noi vogliamo farlo dove effettivamente è utile”. Parallelamente, Lazzerini si dice soddisfatto dei risultati ottenuti dalla strategia tariffaria. “Non mi riferisco tanto alle frequenze, quanto a come è effettivamente costruito il pricing dei voli – specifica -, e lo stiamo sperimentando su diverse città: Roma Genova, Roma Torino, Roma Venezia, Roma Reggio Calabria, dove abbiamo introdotto la possibilità di avere in ogni classe tariffaria tutte quelle che noi chiamiamo le branded  fares”. In sostanza, prenotando con largo anticipo  c’è la possibilità di prenotare una Full flex, che consente massima flessibilità, a un prezzo ancora basso. “Ma anche chi prenota all’ultimo momento, se c’è ancora posto, può prendere la super light e volare a costi contenuti”, aggiunge

Lazzerini conclude : “La sperimentazione sta avendo successo perché aumentano i passeggeri e di conseguenza aumenta anche la tariffa media. L'obiettivo è la massima attenzione verso il cliente. Alitalia non è ancora guarita, ma di questo se ne occuperanno il Governo e le Commissioni, noi ci concentriamo sulle esigenze dei nostri clienti”. 

Lara Morano


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte