EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Pompei: 4 milioni di turisti l'anno per gli scavi archeologici

21/11/2019 12:42
In occasione della Conferenza Programmatica dei Distretti Turistici della Campania, è stata lanciata l'ipotesi di un progetto di sviluppo turistico regionale

"Pompei oggi ha un flusso turistico di 4 milioni di turisti l'anno per gli scavi archeologici e 2,5 milioni per il Santuario ed in occasione della Conferenza Programmatica dei Distretti Turistici della Campania, abbiamo lanciato l'ipotesi di un progetto, capofila Pompei, di sviluppo turistico regionale". E' quanto ha affermato Piero Amitrano, sindaco della città, intervenendo alla Prima Conferenza Programmatica di tutti i Distretti Turistici della Campania, organizzata dal Coordinamento dei Distretti Turistici della Campania

"A breve installeremo le colonnine per le auto elettriche - ha affermato Donato Di Martino, direttore della Rete per lo Sviluppo Sostenibile della Costiera Amalfitana - ben 35 lungo i 40 Km della Costiera. La sostenibilità è ormai fondamentale. Nelle scuole abbiamo già sostituito le bottigliette di plastica usa e getta con borracce in tritan, ne abbiamo distribuite 5000. E' un modello di sviluppo sostenibile che parte dal basso, dalle 60 imprese che compongono la Rete la quale rappresenta il braccio operativo del Distretto Turistico della Costiera Amalfitana formato anche dalle 14 amministrazioni comunali. Le azioni nostre non si fermeranno alle colonnine ed alle borracce, ma abbiamo già oggi l'app Junker per una migliore raccolta differenziata e proseguiremo il progetto sostenibilità con altri atti concreti ed innovativi".

“In Europa nel 2018 il settore dei viaggi e del turismo ha contribuito direttamente al Pil dell'Unione per il 3,9 % e secondo l'Organizzazione mondiale del turismo, il turismo europeo entro il 2030, rappresenterà il 41,1 % del mercato globale - asserisce il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli -. Se pensiamo a quanti scelgono ogni anno l’Italia come meta turistica e come i sondaggi che dipingono lo stato di salute del nostro Paese e i suoi servizi, ci stiano particolarmente a cuore capiamo l’importanza del ruolo del turismo e di tutti i settori ad esso collegati. Lo sviluppo del settore turistico deve infatti andare di pari passo con la valorizzazione delle risorse territoriali e naturali. Il turismo è un volano di sviluppo per le regioni e il lavoro perché consente di amplificare la portata di altri comparti come quello culturale, balneare ed enogastronomico. Dovremo impegnarci per dare slancio ad un turismo sostenibile e responsabile che sappia valorizzare le risorse delle regioni nel rispetto dell’ambiente  - ha proseguito Sassoli - e della tradizione locale, promuovendo un turismo fondato sulle peculiarità interne del territorio e che sappia sfruttare la propria identità e le proprie risorse in maniera autonoma come chiave di successo per un’offerta unica, non riproducibile e innovativa in termine di servizi e strategie, che possono contribuire a preservare il patrimonio culturale e a sviluppare le economie locali".


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte