EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Wttc: il turismo medico segmento in decisa crescita

22/11/2019 08:34
Gli Stati Uniti il mercato turistico numero uno sia per le spese inbound che outbound. Il Kuwait al secondo posto per il turismo medico outgoing

Una crescita sbalorditiva: è quella messa a segno dal turismo medico, con gli Stati Uniti in testa in termini di spese inbound e outbound. A dirlo l’ultima ricerca del World Travel & Tourism Council. Il rapporto "A Prescription for a Healthier Economy’" mostra che la spesa internazionale in prodotti e servizi di turismo medico è cresciuta del 358% in termini nominali tra il 2000 e il 2017, passando da $2,4 a $11 miliardi. Tale incremento ha portato la spesa per questo segmento a raggiungere l'1,2% della spesa internazionale dei visitatori nel 2017, rispetto a solo lo 0,6% nel 2000.

Secondo il rapporto, gli Stati Uniti sono il principale mercato mondiale per il turismo medico outbound, che rappresenta il 20% del mercato, con i cittadini americani che hanno speso $ 2,3 miliardi per servizi di turismo medico all'estero nel 2017. Il Kuwait è il secondo più grande mercato per il turismo medico outbound, con una spesa di oltre $1,5 miliardi nel 2015, in gran parte grazie alla sua politica governativa di supporto e finanziamento delle procedure mediche all'estero. La Nigeria è il terzo mercato più grande mercato outbound: nel 2017 ha speso $783 milioni per turismo medico, rappresentando il 13,5% della spesa totale outbound. In particolare, tra i primi 10 maggiori mercati per la spesa outbound, cinque sono Paesi europei, con Paesi Bassi, Francia, Belgio, Austria e Germania che spendono tra i $300 milioni e i $678 milioni. 

Gli Stati Uniti sono anche il più grande mercato per il turismo medico inbound, con una spesa che ha raggiunto quasi $4 miliardi nel 2017 e che rappresenta quasi il 36% della spesa globale per il turismo medico. Nella seconda e terza posizione rispettivamente in termini di turismo medico inbound vi sono la Francia ($800 milioni) e la Turchia ($763 milioni), con quest'ultima sede di 43 istituti sanitari accreditati Jci. La Joint Commission International (Jci) è una delle principali organizzazioni internazionali di accreditamento sanitario che promuove rigorosi standard di assistenza sanitaria.

Le economie emergenti per il turismo medico includono la Thailandia, con $589 milioni (1,0% della spesa turistica inbound complessiva), il Costa Rica, con $451 milioni (12,1% della spesa turistica inbound complessiva) e il Messico con $315 milioni (1,5%). Come accennato, dei primi 10 maggiori mercati per la spesa inbound, cinque sono Paesi europei, con Belgio, Regno Unito e Ungheria che si uniscono a Francia e Turchia, spendendo tra i $417 milioni e i $636 milioni.

Secondo il Wttc è necessario stabilire una regolamentazione intelligente e l'accreditamento/certificazione riconosciuti dei professionisti e delle strutture mediche, sviluppare politiche di facilitazione dei visti che supportino lo sviluppo di questo sottosettore, sviluppare corsi di formazione, progettare e attuare strategie di marketing mirate e creare incentivi finanziari per attrarre investimenti nel segmento.

Gloria Guevara, presidente e ceo del Wttc ha dichiarato: “Come possiamo vedere dalle nostre ultime ricerche, il turismo medico è un'area di interesse importante ed emergente per il settore dei viaggi e del turismo. È necessario, dunque, che continuiamo a comprendere i motivi per cui le persone viaggiano e a lavorare per supportare politiche mirate”.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte