EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

KappaViaggi: "Siamo sul mercato italiano per rimanere"

29/11/2019 12:12
Obiettivo 2020 essere più incisivi presso le adv contrattualizzate. Tra le mosse è stato assunto un promoter in più nel Sud Italia e potenziato del call center in lingua italiana

"Il nostro obiettivo primario per il 2020 è quello di essere più incisivi presso le agenzie contrattualizzate con noi. Nel 2019 abbiamo assunto un promoter in più nel Sud dell’Italia per meglio gestire questa regione. Nel 2020 è certamente possibile che ancora una o due persone possano raggiungere il nostro team". E' quanto dichiara a Guida Viaggi Michele Mazzini, direttore commerciale KappaViaggi, nell'illustrare le mosse del t.o.

"Ad oggi abbiamo nella nostra base dati circa 5000 agenzie, più del 60% di queste sono assidue frequentatrici del nostro sito b2b. Il 50% di queste hanno già effettuato una prenotazione - dichiara il manager -. Per il 2020 sto riflettendo a nuove possibilità di collaborazione, tanto con i network che con le agenzie indipendenti. Inoltre, nei nostri piani vi sono educational, webinar, roadshow,  incentivazioni e un programma di fidelizzazione".

A detta del manager il brand KappaViaggi è percepito "molto positivamente sul mercato italiano, il nostro prodotto è apprezzato e la tecnologia che utilizziamo trova un riscontro molto positivo. C’è sempre un po’ di diffidenza sul fatto che siamo giovani e forse francesi - osserva -, ma dopo un po’ le barriere cadono e chi ci ha prenotato una volta, ritorna rapidamente sul nostro sito per prenotare ancora. Siamo sul mercato italiano per rimanere, organizzando il nostro lavoro con l’aiuto delle agenzie e creando una collaborazione durevole nel tempo".

Gli investimenti

Tra le mosse del t.o. rientra anche il potenziamento del call center in lingua italiana, che è basato a Nizza. Lo scopo "è quello di essere sempre più presenti nelle agenzie per far scoprire il prodotto KappaViaggi e soprattutto i nostri villaggi Kappa Club e Club Coralia, che corrisponde ai villaggi 3-4 stelle con animazione tipica". Come sottolinea il manager i Kappa Club "sono il nostro punto di forza sul mercato francese e vorremmo lo diventassero anche su quello italiano; si tratta di villaggi 4-5 stelle con un’animazione soft, che propongono alla clientela esperienze locali che prevedono di avvicinarsi alla popolazione e alla cultura del posto". 

Le novità in programmazione

Non mancano le novità in termini di destinazioni, che sono Cambogia, Uzbekistan, Egitto, Filippine, Antille Francesi e Senegal. Anche sul fronte delle strutture ci sono numerose novità. Tra queste Zanzibar con il Karafuu, il The New Yorker a New York, il Washington APrk Hotel a Miami, il Kooddoo alle Maldive, tra i nomi citati dal manager. "Come prodotto abbiamo portato in Italia il brand Kappa Discovery che include Marocco e Uzbekistan con dei tour che abbinano la scoperta dei luoghi ai momenti Kappa (già presenti nei nostri Kappa Club). Inoltre, vorrei mettere l’accento su alcuni prodotti come la crociera da Luxor in Egitto e il nostro Kappa Club Thai Beach a Khao Lak, molto apprezzato dalla clientela italiana".
Per un approfondimento delle politiche commerciali del t.o., ma non solo, rimandiamo al servizio pubblicato sul numero 1582 di Guida Viaggi in uscita il 2 dicembre, con i commenti di operatori ed agenzie sul tema incentivi.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte