EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Protocollo di intesa tra Regione Puglia e Federparchi

03/12/2019 12:39
Obiettivo valorizzare il patrimonio culturale, ambientale e naturalistico anche attraverso la realizzazione di iniziative congiunte e l’attuazione di forme di turismo sostenibile

E' stato firmato il protocollo di intesa tra Regione Puglia e Federparchi, che opera per promuovere la creazione dei sistemi regionali, nazionale ed europeo delle aree protette, in accordo con gli indirizzi di Europarc Federation. A firmarlo l’assessore all'Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, insieme all'assessore alla Pianificazione territoriale-Urbanistica, Assetto del territorio, Paesaggio, Politiche abitative, Alfonso Pisicchio e al presidente di Federparchi Puglia, Enzo Lavarra.

Obiettivo valorizzare il patrimonio culturale, ambientale e naturalistico presente nelle aree naturali protette e nelle aree naturali protette nazionali anche attraverso la realizzazione di iniziative congiunte e l’attuazione di forme di turismo sostenibile, in sinergia con la rete dei cammini e degli itinerari culturali che avviene a conclusione dell’iter di certificazione della via Francigena da Roma a S.M. di Leuca.

Regione e Federparchi si impegnano a collaborare nella sperimentazione di buone pratiche di sviluppo locale ecosostenibile ed integrato. Tutte azioni che saranno in linea con le previsioni del Piano Strategico Regionale del Turismo-Puglia 365 e del Piano Strategico della Cultura- PiiiL Cultura in Puglia.

In particolare collaboreranno nella attivazione de "La Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette" (Cets) per migliorarne la gestione a favore dell'ambiente, della popolazione locale, delle imprese e dei visitatori. Nella realizzazione delle attività la Regione Puglia coinvolgerà anche Teatro Pubblico Pugliese, Apulia Film Commission e Pugliapromozione.

“La Puglia ha un ricco patrimonio di parchi e aree protette. Tanti microhabitat ideali per gli amanti dell’ecoturismo, che vanno difesi anche dalla cementificazione selvaggia. La varietà territoriale, la sua geologia, le sue bellezze paesaggistiche sono un forte richiamo per i turisti di tutto il mondo. I parchi in Puglia sono, e potrebbero esserlo ancora di più, volano per il turismo sostenibile e l’economia del territorio", ha commentato Capone.

“Si tratta – spiega Alfonso Pisicchio – di buone pratiche tese alla valorizzazione del nostro patrimonio naturale. Un patrimonio, purtroppo, spesso poco conosciuto anche dagli stessi pugliesi e che invece può costituire quell’elemento in più per coniugare turismo, sostenibilità, bellezza e riscoperta della nostra identità territoriale". 

Il protocollo di intesa ha validità di tre anni e istituisce un tavolo tecnico di lavoro tecnico che si riunirà con cadenza almeno trimestrale con il compito di definire gli interventi di programmazione per la realizzazione degli obiettivi previsti e di monitorare lo stato di avanzamento delle attività.

In Puglia ci sono 2 parchi nazionali, 3 aree marine protette regionali, e 15 parchi regionali. Istituiti dalla Regione Puglia, molti di questi parchi regionali ricadono all’interno di singoli Comuni. Al momento sono 2 quelli retti da consorzi di Comuni e sono quello di Otranto Santa Maria di Leuca, composto da oltre 10 Comuni, e quello delle Dune Costiere, che è composto da 2 Comuni, Fasano ed Ostuni, più la Provincia di Brindisi. Poi c’è il nascente parco dell’Ofanto, che segue tutto il percorso del fiume in Puglia.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte